VIOLA, La vittoria con lo Spezia aveva illuso tutti. L’Udinese ci ha riportato coi piedi per terra

La squadra di Prandelli, dopo la vittoria della scorsa settimana, aveva fatto credere a tutti di aver trovato finalmente una base. La sconfitta di ieri ci fa tornare alla realtà dei fatti: raggiungere la salvezza e fare una rivoluzione.

Dopo il 3-0 rifilato venerdì scorso allo Spezia un po’ tutti, a partire dai vari opinionisti, avevano detto di aver trovato una base da cui ripartire e di dover iniziare a fare esperimenti in vista della prossima stagione, convinti che questa squadra avesse trovato una quadra che avrebbe portato a una salvezza tranquilla. Questo clima di distensione, alimentato non si sa per quale motivo vista la totale mancanza di continuità della squadra, è risultato nocivo all’ambiente facendo credere ai tifosi cose oggettivamente impossibili da pensare. Basta vedere i numeri, che dicono che Pezzella e compagni hanno una media di 1,04 punti a partita e una media gol altrettanto uguale, che in proiezione non porterebbe neanche ai 40 punti classici per salvarsi, risultando la peggior Fiorentina del post-fallimento.

La sconfitta di ieri in extremis contro l’Udinese ha fatto tornare tutti con i piedi per terra e, constatati questi tragici dati, non resta che compattarsi con la squadra e far capire al popolo viola che l’obiettivo resterà la salvezza fino alla fine, in modo che non si crei più questo clima e non si alimentino più voci del genere. Risulterebbe anche praticamente impossibile da pensare considerato che ancora non sappiamo chi saranno DS e tecnico, e quali di questi giocatori faranno parte della rosa. L’unica persona che dovrà pensare al futuro dovrà essere il presidente Commisso, che dovrà trovare le persone giuste per iniziare un nuovo ciclo, mentre la squadra dovrà rimanere focalizzata solo ed esclusivamente al campo, ad allenarsi bene e a guadagnarsi la salvezza partita per partita. E chi parlerà di stravolgere uomini e modulo pensando ad altro farà soltanto il male di questa squadra…

Invia il tuo commento