Verrà il calciomercato, ma che occhi avrà?

La Fiorentina arriva timorosa alla finestra di mercato invernale, ma con enorme determinazione e desiderio di rivalsa, in un campionato finalmente premia un assetto tattico e un sistema di gioco che grida “all’arrembaggio!”.
A Firenze si pensa già a metabolizzare la cessione di Milenkovic, perché arriverà gennaio, e arriverà l’Inter, che busserà insonne al portone gigliato, chiedendo a gran voce il difensore che ha fatto innamorare anche Tumbakovic. La Fiorentina deve smettere un “vizio assurdo”: cedere e tesserare giocatori alla rinfusa; chi sale e chi scende forma una giostra di mercato paragonabile addirittura al Genoa di Preziosi. Verrà il mercato, e la Fiorentina dovrà abbandonare il rimorso che opprime la tifoseria più agguerrita e inconsolabile, che deve ancora andare oltre la cessione di Federico Chiesa alla Juve. Che le parole della dirigenza e del presidente non siano una vana parola, né un grido taciuto. La Fiorentina deve entrare nell’ordine di idee che la chiarezza deve formare la base della stessa, e che le decisioni vanno prese con sicurezza e determinazione, ma in maniera tranquilla e organizzata. Che Montella, Iachini e Chiesa formino un “pandectae”: un registro di casi, descritti e analizzati, in cui viene annotata la soluzione finale, e, o, il caso ideale. La Fiorentina dovrà tener conto di tutto ciò che ha fatto e dovrà rispondere al meglio, perché in Serie A ci sono compagini che corrono forte, e anche le squadre minori hanno il loro perché. Verrà il mercato, ma che occhi avrà?

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Invia il tuo commento