Home / Editoriale / Una domenica bestiale

Una domenica bestiale

Finale di stagione da dimenticare. Viola che non vince da tempo immemore. Zona retrocessione. Un incubo per una squadra partita con ben altre ambizioni.

Quello di domenica è uno scontro decisivo per la permanenza in Serie A della Fiorentina. Qualcosa che a inizio stagione sembrava un dato acquisito, ordinaria amministrazione. E invece una infinita sequela di errori hanno portato a dover conquistare la salvezza all’ultima giornata.

Senza guida. Una Fiorentina decapitata dalla squalifica, seppur ridotta, di Vincenzo Montella, espulso nel finale rovente della sconfitta di Parma. Al posto dell’Aeroplanino in panchina siederà il vice Daniele Russo. 

Da Genova. Giunge notizia che i rossoblu non potranno contare su Lazovic e Mazzitelli.

In trinuna o forse no. I presidenti di entrambe le società in queste ore sono stati vicini alle rispettive squadre. Preziosi ha fatto visita ai calciatori genoani e ha tenuto un discorso motivazionale in vista della sfida. Lo stesso ha fatto anche Andrea Della Valle che seguirà la squadra in ritiro. Non è ancora certa però la presenza in tribuna durante la sfida di domenica al Franchi.

Con la coda dell’occhio. La salvezza della Viola passa anche dal risultato di Inter-Empoli. Un qualsiasi cambio nel punteggio avrà ripercussioni a Firenze e viceversa. La Fiorentina può contare su 2 risultati su 3 senza mai abbassare la guardia; il Genoa è costretto a vincere sperando in un passo falso di un Empoli ad oggi molto tonico; gli azzurri per essere certi della salvezza devono vincere a Milano: può bastare anche un pareggio in caso di sconfitta del Genoa.

Tutti elementi che preparano quella che sarà una domenica bestiale.

Leggi Anche

SERIE A, La classifica aggiornata in attesa dei posticipi serali

Ecco la classifica di Serie A aggiornata dopo il pomeriggio di partite ed in attesa …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *