UDINE IN CERCA DI STABILITA’

La Fiorentina dopo la vittoria contro lo Spezia – una vera boccata di aria fresca per classifica e morale dopo settimane di tensione – è chiamata a risalire la china del campionato di Serie  A, fare altri passi avanti dopo quelli visti dalla Sampdoria (risultati a parte) in poi e confermarsi conquistando altri tre punti nella sfida contro l’Udinese. Ironicamente, i viola cercano certezze  e stabilità ad Udine, proprio nella piazza, e proprio nel periodo che più di ogni altro rievocano tumulto e dolore, ma anche unione e senso di appartenenza nell’immutato affetto e ricordo per Davide Astori. Quasi a ricordare la base da cui partire. Nel segno del capitano, la Fiorentina spera di regalare il bis ai propri tifosi e fare un ulteriore step nella giusta direzione. C’è una salvezza da conquistare e una parte sinistra della classifica da raggiungere. Ma soprattutto c’è da costruire le fondamenta su cui basare il futuro della Fiorentina.

E’ innegabile infatti che per un club del blasone viola si possa e si debba ambire a fare meglio. Non è un caso che, tra smentite e accuse tra le parti, si parli di futuro più che di un presente non esattamente esaltante, nonostante i comprensibili tentativi da parte della società di riportare l’attenzione sul rimettere in piedi in primis una classifica che vede i viola al momento al 14esimo posto, neanche a farlo a posta proprio dietro ai prossimi avversari friulani. Progetto e prospettive però sono parole che non possono prescindere dal momento attuale, e non possono che portare quesiti e domande.. Non solo sugli investimenti, sulle infrastrutture e sui progetti extra-campo, da sempre priorità dall’inizio del nuovo corso targato Commisso, ma soprattutto su un progetto sportivo risultati alla mano da rivalutare e analizzare con attenzione. Dalla panchina alla questione rinnovi, dalla futura rosa passando per organizzazione societaria e comunicazione. Quando il campo non regala le risposte attese, esame di coscienza e autocritica sono le strade per ripartire. Per superare l’esame degli avversari, c’è da superare prima quello con sé stessi….Fiorentina, saprai farti trovare pronta?

 

Invia il tuo commento