Home / blu / Si ripArte! Torna la viola: due mesi per decidere tutto

Si ripArte! Torna la viola: due mesi per decidere tutto

Dopo l’ufficialità della ripresa del campionato di Serie A, finalmente c’è anche una data. Orologi puntati alle ore 19.30 del 22 Giugno: torna la Fiorentina!

Mancano poco più di venti giorni per poter riabbracciare l’emozione della partita e placare la nostalgia della maglia viola e del calcio giocato. Venti giorni di lavoro per i viola.

Quello di Iachini e dei suoi ragazzi, per iniziare. Due settimane per trovare la migliore forma possibile e preparare al meglio la sfida contro il Brescia, ma soprattutto mettersi alle spalle insicurezze e spettri del difficile periodo trascorso e riabbracciare la normalità. I passi avanti visti prima della sosta, la squadra più solida e matura vista a partire dall’arrivo di Iachini: ecco le basi da cui ripartire.

Due mesi alla fine della stagione. 12 partite in cui mostrare di essere cresciuti, 12 partite per fare altri passi avanti, 12 partite per conquistare la salvezza e far dimenticare il turbolento inizio di stagione. Ed ecco che un finale d’annata in apparenza senza troppi obbiettivi e un campionato che ormai sembra avere poco da dire si trasforma in un banco di prova collettivo e in una tappa fondamentale verso il futuro da cui nessuno esce esente.
A partire da Iachini, chiamato a convincere Commisso a confermare la fiducia mostrata anche per la prossima stagione, per finire con i suoi ragazzi.
Da Vlahovic e Castrovilli, a caccia di conferme, ai nuovi arrivati Cutrone, Igor, Duncan e Kouame, in cerca di spazio. Da Pulgar e Lirola che devono confermare di valere l’investimento fatto e di essere da Fiorentina, a Chiesa e l’eterno dilemma sul suo futuro che andrà per forza di cose sciolto. E che dire del ritorno di Ribery?

Persino la dirigenza, tra la spinosa questione stadio, il nuovo centro sportivo, e le inevitabili sirene di mercato che suonano sempre più forti.

E i tifosi? Beh, i tifosi si che possono permettersi di godersi in trepidante attesa lo spettacolo.

Certo, il divano non è lo stadio Franchi. Ma provate a immaginare…una comoda seduta, l’aria condizionata, una bevanda ghiacciata, la Fiorentina alla tv….Pronti all’estate più ricca di calcio della nostra vita?

Un’estate di fuoco al termine della quale, nel bene o nel male, la Fiorentina difficilmente sarà la stessa

Print Friendly, PDF & Email

Leggi Anche

THEREAU: “Tenermi fuori rosa una scelta della società. Fiorentina non da Europa, la città merita di più. Chiesa andava venduto prima..”

Cyril Thereau ex giocatore della Fiorentina da qualche giorno ha rilasciato una lunga intervista a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *