RIPRESA, Dettagli dei protocolli di Premier e Bundesliga. La Serie A osserva

Premier League e Bundesliga continuano a discutere con i club al fine di evitare intoppi dopo la ripartenza del calcio. In mattinata sono emerse nuove indiscrezioni sulle regole che i tesserati delle due leghe dovranno osservare nelle prossime settimane.

Premier League – Stop ai tackle, disinfezione dei locali, gruppi di lavoro formati al massimo da cinque persone. Il protocollo ufficiale per la ripresa del calcio inglese è stato inviato ieri ai giocatori e dirigenti della Premier League. La parola chiave è “distanziamento”, che deve essere rigorosamente rispettato. Oltre ai campi e agli spogliatoi, verranno disinfettati anche le bandierine, i coni utilizzati per gli allenamenti e i pali. I giocatori non dovranno usare mezzi pubblici e dovranno arrivare da soli, avendo cura di pulire gli interni dei veicoli regolarmente.

Bundesliga – Vietati gli abbracci come manifestazione di giubilo, nessuna stretta di mano, e andrà “evitata la produzione di saliva (sputi)”. Sono queste alcune delle regole che i calciatori della Bundesliga e della Zweite Liga dovranno rispettare, tornando in campo in Germania a porte chiuse sabato 16 maggio, dopo il lungo stop dovuto al Coronavirus. Un regolamento di 35 pagine, che contiene le nuove norme igieniche ma anche informazioni su come muoversi in caso di problemi: le 34 giornate dovranno essere completate entro il 30 giugno – se necessario anche a luglio -, insieme agli spareggi. Se non dovesse essere possibile concludere la stagione, prevarrà il merito sportivo e – secondo quanto riportato da TMW – ci saranno regolarmente promozioni e retrocessioni, mantenendo sempre le 18 squadre per entrambi i campionati. La Federcalcio (DFL) si riserva la possibilità di far disputare le partite in campo neutro qualora non vengano osservate tutte le norme. I club saranno chiamati ad approvare anche una modifica allo statuto federale, per permettere l’introduzione della regola delle cinque sostituzioni.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Invia il tuo commento