PRE-PARTITA, Pradè: “Con Juric c’è stato un malinteso. Eravamo partiti bene poi ci siamo negativizzati. Su Milik..”

Daniele Pradè, DS viola, ha parlato nel pre-partita a Sky Sport. Queste le sue parole:

“A noi la presenza dei tifosi serve. In questa piazza stiamo vivendo una depressione particolare perché la simbiosi con i tifosi c’è sempre, nel bene e nel male. E ora non possiamo averli vicino. Io li ringrazio da parte mia e di tutta la società”.

Le scuse a Juric? “Sono i malintesi che esistono nel nostro mondo. Non c’è bisogno di chiedere scusa a Juric o al Verona con cui mi sono sentito. Juric lo stimo e devo dire che è stato molto furbo perché ha caricato questa sfida. Siamo due club amici e gli affari estivi lo dimostrano. Gli faccio gli auguri per il resto della stagione a partire dalla prossima”.

Come mai chi subentra non ha ancora segnato? “La domanda ce la siamo fatta anche noi. Abbiamo fatto una rosa ampia per i 5 cambi e doveva essere la nostra arma. Finora non c’è stata, speriamo che il tempo e il lavoro ci portino risultati. Il dirigente lavora nella maniera più attenta, poi ci sono cose esterne che cambiano tutto. Eravamo partiti bene, poi si è innescato un meccanismo di negatività nel gruppo. Prandelli deve essere bravo in questo”.

Su Milik e Piatek? “Sono discorsi che lasciano il tempo che trovano. Li avevamo cercati a luglio ma non c’era l’opportunità. Ora non li stiamo prendendo in considerazione”.

Invia il tuo commento