PRANDELLI-SOCIAL, “Nell’Udinese è De Paul il pericolo numero uno. Montiel? La gente mi chiede sempre di lui. Ha un futuro importante davanti a se, non voglio bruciarlo”

Cesare Prandelli dopo la consueta conferenza stampa pre partita ha parlato anche ai canali social del club viola. Ecco le sue parole:

Sull’ Udinese in quanto squadra e in quanto individualità: “Tatticamente mi preoccupa molto la loro compattezza. Dal punto di vista dei singoli sicuramente De Paul. E’ un giocatore che può creare problemi in ogni zona del campo. Sa dribblare, tirare in porta, ha capacità di vedere gioco. E’ un giocatore davvero temibile”.

Un ricordo di Astori: “Ci ricordiamo tutti quei momenti. I ragazzi hanno una grandissima sensibilità quando si parla di Davide. Dovremo essere ancora più bravi a trasformare questa emotività in qualcosa di positivo per la squadra”.

Su Ribery: “Vedremo nella rifinitura se potrà partire titolare, ma le sensazioni sono buone”.

Su Montiel: “La domanda su Montiel c’è sempre e io al ragazzo dico sempre che ha una gran considerazione perché tutti intravedono in lui qualità straordinarie, che vedo anche io. In questo momento sta facendo un lavoro di miglioramento fisico, il programma sta andando bene. Gli parlo spesso e gli dico sempre di non perdere l’entusiasmo, perchè il futuro per lui sarà importante. Lo riproporrò quando lo riterrò opportuno, perché non voglio bruciare nessuno, soprattutto un ragazzo giovane in un momento di difficoltà generale. Mi fa piacere che la gente mi chieda sempre di lui, anche per strada. Dovrebbe essere orgoglioso di quello che sta facendo”.

Su Kokorin: “Come detto non saprei quantificare il suo minutaggio. L’importante è che abbia recuperato lo svantaggio rispetto agli altri che aveva dal punto di vista fisico”.

Milenkovic e Pezzella possono scambiarsi di ruolo?: “Stanno facendo bene nella loro posizione, è inutile pensare a qualcos’altro“.

Invia il tuo commento