PRANDELLI, Imborgia: “Un tecnico non può essere amato da tutti. Si è messo in piazza ma non è stato rispettato”

L’agente di mercato Antonio Imborgia, durante un intervento ai microfoni di TMW News ha parlato delle dimissioni di Cesare Prandelli e delle voci girate successivamente su di lui. Queste le sue parole: “I contrasti con i giocatori possono esserci, un tecnico non può essere amato da tutti.  Per il bene della squadra deve prendere delle decisioni anche difficili. Però poi arrivi ad un certo punto nella vita in cui se ti guardi attorno non avverti quel che ti fa piacere e scegli allora di farne a meno. Sui social ci sono state poi delle porcherie. A Prandelli va riconosciuto anche di essersi messo in piazza, spiegando il motivo delle dimissioni. Ma dopo queste parole quasi non è stato rispettato. La verità è che la società si è trasformata in un mondo dove per forza ci deve essere la porcheria o la motivazione subdola, cattiva. Perchè uno guadagna 100mila euro al mese deve esser felice. Sì ma poi comunque fai le valutazioni e le scelte che ti danno più gioia e serenità”. 

Invia il tuo commento