Home / News / POSTPARTITA, Cincotta:”Una storia che si ripete. Differenza ancora netta”

POSTPARTITA, Cincotta:”Una storia che si ripete. Differenza ancora netta”

Queste le parole in conferenza di mister Cincotta al termine della gara contro l’Arsenal:

Aspetto che mancato alla Fiorentina: “E’ storia che si è ripetuta. tre anni fa contro il Wolsburg. L’anno scorso 1 a 0 a Londra contro il Chelsea, simo venuti qui rabbiosi per provarci, siamo finiti 4.5 a 0 al primo tempo.Quest’anno abbiamo provato a stare con la difesa a 5, intervenendo sul recupero sull’ultimo passaggio, usando la densità e il contropiede. Non ci siamo comportanti male nel contropiede, abbiamo a tratti mostrato velocità e tecnica. E’ mancata forza nelle gambe e la possibilità di rispondere fisicamente ad una squadra incredibile atleticamente, che ha già giocato due partite.”

Il sostegno della dirigenza e del pubblico: “La tristezza che sento è quello di non aver portato a tutti di poter vedere una gara aperta e restare attaccati al sogno. Ci siamo sentiti impotenti.Abbiamo dovuto applaudire i nostri avversari. Devi accettare quello che il campo ha raccontato. Vi ho raccontato la storia delle partite contro le superpotenze europee…non importa la strategia, il risultato è quello. C’è ancora una differenza. Anche Juve e Barcellona…Dirigenza fantastica, sempre presente. Sono stati vicinissimi. Li applaudo perchè sono stati fantastici.”

Sul sorteggio: “Siamo stati molti sfortunati.Ero molto arrabbiato. Avevamo la possibilità di prendere altri team, di un livello diverso. L’Arsenal è campione d’Inghilterra. Potevamo avere altre opportunità. Spero che nel futuro si possa arrivare a giocare in gironi, aumenterebbe il livello. ”

De Vanne: “E’ stata fantastica. Avere la prontezza di unire la squadra, guardarle negli occhi. E’ un gesto straordinario. racconta armonia e passione, quella che mettiamo in ogni allenamento.Le altre nuove hanno giocato tutte bene. Sono contento di tutte le ragazze”

Sulla mancanza di amichevoli: “E’ stata una scelta. L’anno scorso ci siamo preparati usando le giovanili. L’anno scorso questo bastò. L’avversario (il Fortuna) era molto diverso. per il futuro valuteremo amichevoli di livello più alto. Riproposto protocollo vincente. Quando fai amichevoli internazionali ci sono svantaggi (i viaggio) e vantaggi.”

Leggi Anche

MONDONICO, Nasce l’associazione in ricordo del “Mondo”

Tenere vivo il ricordo di Emiliano sembrerebbe impegnativo. Parliamo di un uomo che ha “colpito” …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *