PANCHINA, Vitale: “Iachini? Persona per bene e buon allenatore, ma per un altro tipo di squadra”

Intervenuto ai microfoni di Radio Bruno durante la trasmissione “A pranzo col Pentasport”, l’ex ds Pino Vitale ha detto quello che pensa sulla situazione orbitante attorno al tecnico viola Giuseppe Iachini e la Fiorentina in generale:

 

“Io penso che Iachini sia una persona per bene ed un buon allenatore, per certi momenti ed un certo tipo di squadra. Quando Commisso l’ha confermato secondo me la Fiorentina aveva bisogno di un allenatore che proponesse un certo tipo di gioco, propositivo e non quello dove si deve sempre aspettare gli altri ed essere attendisti, senza nulla togliere a Iachini. Bisognava avere il coraggio di cambiare dall’inizio. Sono sicuro che uno come Prandelli avrebbe accettato per esempio, io non avrei aspettato avrei preso subito Prandelli, ecco. Ormai non cambia la stagione di Beppe, può vincerne anche 10 di seguito, ormai i tifosi a Firenze vogliono risultati e bel gioco subito, è un po’ di tempo che non si vede. Nel calcio è facile sbagliare, sbaglia chi fa. Il presidente in questo senso potrebbe aver sbagliato nella conferma, o almeno sa di avere sbagliato. Oggi se potessi dare un consiglio a Pradè gli direi di prendere una posizione, di chiamare il presidente e dire quello che pensa. Daniele credo lo possa fare, ci viola una presa di posizione in merito a questa situazione. Anche Barone dovrebbe farlo. È vero anche che il calcio è cambiato, i procuratori soprattutto lo fanno da padroni. Se Daniele Pradè non ha questo potere, Joe Barone rappresenta la proprietà quindi? Uno come lui allora potrebbe dire la sua al presidente su Iachini. Fiorentina? È una buona squadra, con tre punte a disposizione buone. A Roma per esempio si poteva mettere una dall’inizio per avere almeno un punto di riferimento. La Fiorentina può stare tranquillamente a sinistra della classifica, non a destra”

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Invia il tuo commento