PAGELLE F1, San Nikola salva lo scherzetto di Pjaca

Uno scontro che sapeva già di salvezza. Un incrocio che spesso negli ultimi anni è stato decisivo per la permanenza in A. Questi i nostri commenti alla gara di oggi.

Dragowski 6,5. Graziato da Scamacca e Sturaro al 16′. Dorme tranquillo per tutto il resto della gara anche perché il Genoa è meno della Viola. Salvo poi essere trafitto dal Pjaca. Si riscatta poco dopo uscendo su Destro. Ancora decisivo.

Caceres 6. Copre bene e si propone con buoni risultati. Piedi da terzinaccio levigati con il tempo che comunque si fanno ben volere. A tutta fascia.

Milenkovic 7,5. Per i popoli slavi ortodossi, grazie all’influsso bizantino, pochi giorni fa era San Nikola. Tra sacro e profano, si vede che anche il nostro serbo ne ha risentito l’influsso. Non solo evita pericoli ma salva Prandelli dall’ennesima sconfitta. Provvidenziale.

Pezzella 6. Cappellata di livello deluxe quando regala palla a Shomurodov. Per fortuna Nikola e Amrabat coprono. Toltosi l’errore di giornata non ne sbaglia una. Il capitano.

Biraghi 6. Sulla destra nella difesa a 4. Subito un bel pallone perso per rimarcare l’andazzo. Cresce con il tempo e ingrana. La miglior versione di lui.

Pulgar 6. Intercetti, contrasti e…falli. Che sono uno dei suoi marchi di fabbrica. Prezioso in mediana e talvolta anche scodellando i piazzati. Ha fatto di peggio.

Amrabat 5,5. Poco Amrabat. Ancora troppo poco.  Al 76′ spedisce in bocca a Paleari. Aspettando Sophyan.

Castrovilli 6-. Subito in avanti e si procura una punizione. Suo l’assist che Ribery doveva sfruttare meglio. Sono due delle tre azioni più pericolose. Meno negativo. Al 40′ sost. da Bonaventura. Di testa in avvio di ripresa poteva essere decisivo. Al 70′ segna ma l’arbitro annulla. Sembrava troppo bello.

Callejon 4,5. Si intra-vede soltanto dopo lunghe pause. Impalpabile.

Ribery 5,5. Ancora in campo con l’obiettivo di riscattarsi dopo un periodo di appannamento. La strada da fare è ancora tanta. Ei fu. All 77′ Borja Valero 4. Ex giocatore.

Vlahovic 5. Ancora fiducia. Si ritrova una discreta palla da Ribery ma riesce solo a servire Castro che è in fuorigioco. Notevole il suo bagher che costa un fallo di mano. Al 39′ sbaglia di testa. Nella ripresa ci prova in ogni modo ma senza successo. Salvate il soldato Dusan. Al 77′ sost. da Cutrone 4,5. Non fa nulla di sportivamente significativo.

Prandelli 5. Poteva essere una beffa ma per tanta fortuna e poco virtù la Fiorentina non ha perso. Qualche languore di cambiamento si intravede. Di certo i cambi che ha fatto non hanno aiutato e si è visto. Deve portare un cero all’altare di San Nikola. Miracolato.

Invia il tuo commento