PAGELLE F1, Chiesa, l’ultima fascia. Pulgar, il solito grazie. Kouamé: che stacco! Dusan nervoso. Sottil…

Terracciano 6. Solo la traversa lo grazia dalla conclusione dell’obiettivo viola Fares. Trafitto dalla splendida volée di D’Alessandro su cui nulla può, buona risposta invece sul tentativo dell’ex Tomovic. Affidabile.

Milenkovic 6. Soffre troppo nelle fasi di maggior controllo della SPAL e dopo il pareggio di D’Alessandro. Al netto di qualche sbavatura, gara sostanzialmente pulita. Ordinaria amministrazione.

Ceccherini 6. Sostituisce capitan Pezzella e non lo fa rimpiangere affatto. Il centrale della città della Meloria è provvidenziale nell’opporsi al tentativo di D’Alessandro. Di scoglio.

Igor 6,5. Si rivede nei tre dietro e per giunta nella sfida contro la squadra che lo ha lanciato in Serie A. Provvidenziale nel salvare al 69′ in anticipo su Valoti: è un intervento che vale. Al posto giusto, al momento giusto.

Lirola 5. Schierato a sinistra, cerca sempre l’incursione sul fondo perdendo però in fase difensiva. Alla sbarra per quell’errore orribile in uscita che causa il pareggio spallino. Male, a tratti malissimo.

Agudelo 6,5. Guarda un po’ chi si rivede, Agudelo. Al 10′ supera Dabo e sfodera un bel tiro, suggerisce bene per Venuti che spreca, semina il panico con la sua serpentina, dunque inventa l’azione del vantaggio. Gioca più da trequartista, con successo, che da centrocampista centrale. La qualità c’è. Spiritato. Sost. al 55′ da Kouamé 7. Fiorentina a trazione offensiva con lui in campo. Incide poco per molto tempo ma poi d’improvviso si accende: prima con il suggerimento per Sottil, dunque con un colpo di testa che ha i tempi perfetti. Una splendida rete che premia la sua voglia di tornare a giocare ad alti livelli. Imperioso.

Pulgar 6,5. Poco visibile nel primo tempo, meglio nella ripresa, poca costruzione, tanti calci piazzati. Si palesa in campo al 47′ con un destro pericoloso. Inventa pure un buon assist per Cutrone che spreca. Inventa il calcio d’angolo, l’ennesimo, che porta il vantaggio e trasforma pure il rigore. Calci d’angolo e rigori: il solito Pulgar.

Duncan 6,5. Il pretoriano di Iachini schierato in mediana per dare sostanza. Sfodera, su suggerimento di Chiesa, un mancino che fredda Thiam e tenta pure di bissare. Corazziere. Sost. al 95′ da Dalle Mura sv.

Venuti 6. Prezioso e costante il suo apporto alla manovra offensiva con incursioni e cross che talvolta creano più di un grattacapo. Incoraggiante. Sost. al 66′ da Sottil 6,5. Entra benissimo in campo e guadagna un calcio di punizione dal limite. Sfiora il palo la sua conclusione al minuto 88. Meritevole.

Vlahovic 5. Era una buona occasione per Dusan, papabile per partire in prestito in cerca di maggiore continuità. La prestazione di oggi conferma una tendenza in decrescita. Ci prova nella ripresa con diversi tentativi ma, più che orgoglio, è testardaggine. Nervosismo all’uscita dal campo. Fuori dal gioco. Sost. al 66′ da Cutrone 5,5. Male sull’ottimo suggerimento di Pulgar, ci va molto vicino spesso. Vicino conta solo a bocce…

Chiesa 7. Per quella che, con buone probabilità, è la sua ultima in maglia viola porta la fascia da capitano e la onora al meglio. Apertura splendida per Duncan che non sbaglia. Cerca sempre la via della rete, sfiorata di pochissimo al 71′. Guadagna un giusto rigore. Goodbye kiss. Sost. al 95′ da Terzic sv.

Iachini. Manda in campo l’altra Fiorentina, quella con coloro che hanno giocato meno. Con buone risposte, a partire da Agudelo. La sua viola subisce troppo una SPAL già retrocessa. Poi però ingrana soprattutto per l’apporto di Chiesa. Nel secondo tempo frulla bene la Viola e alla fine la vince con i cambi giusti.

Invia il tuo commento