PAGELLE F1 – Amrabat, quello vero. Dusan si sblocca. FR7 ri-fà il Fenomeno

La Fiorentina rimane a tre punti sopra la zona calda grazie al punto conquistato stasera e al pareggio del Genoa. Queste le pagelle di FiorentinaUno.

Dragowski 6. Subito sudori freddi. Non può nulla sulla rete. Graziato da Berardi al 22′ che non ribadisce a rete la sua respinta sul tiro di Rogerio. Brividi al 52′ quando Obiang coglie la traversa alta, c’era comunque. Meno impegnato del solito, per fortuna.

Milenkovic 6. Da menzionare al 77′, quando la partita è sul pari, una sua copertura su Caputo riuscendo a contenerlo e ad allontanarlo dalla zona calda. Vigile.

Pezzella 6. I primi minuti sono di affanno puro. In ritardo sulla rete del vantaggio. Nel lungo periodo dirige bene la difesa. Attento.

Caceres 5. Lo scivolone al 9′ è solo l’antipasto. Confeziona un’imprecisione dopo l’altra ed ha una grande responsabilità sul vantaggio neroverde. Non è in partita. Se lui è il difensore titolare… Sost. al 74′ da Igor 6. Copre bene pur combinando una serie di pasticci nel controllo del pallone. Robusto.

Venuti 5. In fase difensiva da mani nei capelli. Non si riscatta in proiezione offensiva. Al 47′ Vlahovic gli regala un pallone per il vantaggio che lui distrugge colpevolmente. Mystery Box.

Bonaventura 6. Oscilla tra mediana e attacco. Una sufficienza risicata frutto anche del tanto agonismo. Il solito “Jack”.

Amrabat 7,5. Ritorna in cabina di regia. L’aggressività straboccante gli costa un cartellino subito al 7′. È sintomatico comunque di una certa voglia. Al 33′ recupera l’ennesimo pallone innescando il contropiede che porta al rigore. Sprazzi (continuativi) del vero Amrabat. Tiene la palla incollata al piede divinamente. Ventosa. (Il migliore)

Castrovilli 5,5. Di nuovo titolare dal 1′ ma non sembrerebbe. Si accende solo alla lunga e mai in modo continuativo. Ha sul destro anche la palla del vantaggio e non la sfrutta. Non è ancora lui. Sost. al 74′ da Pulgar 5. Ha sul piede una ribattuta invitante che avrebbe dovuto sfruttare meglio Impreciso.

Biraghi 5. Va bene che il destro non è il suo piede ma… spreca l’occasione più nitida del primo tempo. Roba da Mai dire gol. Se il destro non è l’ideale anche il sinistro è da raddrizzare di brutto. Storto. (Il peggiore).

Ribery 7. Dopo averci messo la faccia con i tifosi Prandelli lo sceglie titolare. Decisione oltremodo corretta perché i pericoli arrivano tutti da lui. Forse si incaponisce troppo al 28′ quando potrebbe concludere prima. Sfortunatissimo all’83’ quando coglie la traversa. Se lo sarebbe ampiamente meritato. Gladiatore.

Vlahovic 6. Perfetto dagli 11 metri quando con freddezza spiazza Consigli. Primo rigore per la Fiorentina e primo centro stagionale. Alla lunga perde lucidità e si rivedono gli errori di sempre ma è comunque positiva la sua gara. Il miglior Dusan. Sost. al 74′ da Kouamé 4. Non lascia impronte del suo passaggio salvo stop sbagliati e palle perse. Prestazione ai limiti del provocatorio. Ectoplasmatico.

Prandelli 6. 3-5-2, ancora tu? Ma non dovevamo vederci più. A livello di qualità e di occasioni una delle migliori prestazioni nonostante un avvio incerto. La sua Fiorentina ci crede, sfiorando più volte il vantaggio. Forse si intravede qualcosa di buono…

Invia il tuo commento