Home / Editoriale / Non è bello ciò che è bello ma è bello ciò che piace
Veretout, Chiesa

Non è bello ciò che è bello ma è bello ciò che piace

Ancora il mercato viola non decolla. Nel frattempo si è accesa l’asta per il centrocampista Jordan Veretout: lo vogliono Roma, Napoli e Milan. E la Fiorentina gongola.

Quo vadis? <<Ma dove andrà Veretout?>> Nella cocente canicola di luglio non poteva mancare questo atteso tormentone. Una sorta di maratona Veretout h24 con costanti aggiornamenti sulla vita del campione (campione?), su cosa stia facendo insieme alla compagna, la bella Sabrina Merlos e poi inviati zelanti, sempre nuove indiscrezioni che bruciano le precedenti, rumors. Andrà al Milan? Vestirà la maglia giallorossa? Quale contropartita inserirà Napoli? Dubbi e rovelli da turbare il sonno. Tanto però da renderlo un tormentone di questo mercato.

L’arte di vendere. Il mercato è strano, irrazionale. È umano ed è umano prendere abbagli. Per Gerson, un vero e proprio pacco misterioso (o mistery box per gli esterofili), si stanno accapigliando Flamengo, CSKA, Nizza e Werder Brema. Un mercato nel quale si arrivano a chiedere certe cifre, ovverosia trenta milioni, non è certo razionale ma è il mercato e il crescere della domanda fa lievitare il prezzo. In quel ruolo non c’è proprio sovrabbondanza di fenomeni ma è anche vero che quest’anno, dopo una prima stagione scintillante, l’estro della mezz’ala di Ancenis si è affievolito. La Fiorentina lo ha capito e ha intavolato una trattativa saggia. Si pensi alla Roma che nel frattempo ha venduto al Napoli, una diretta concorrente, il suo uomo migliore della difesa. Pradè di contro non intende svendere, soprattutto a tre avversarie. E quindi quella che fu una felice intuizione di Corvino, prelevato per sette milioni dal Saint-Étienne, giunto in Viola insieme al più blasonato Eysseric, frutterà sicuramente una succosa plusvalenza.

La vie en…violet. Nel trattare della cessione di Veretout non si possono dimenticare le possibili contropartite da inserire per ammorbidire la Fiorentina. La Roma punta su un altro francese Defrel, il Napoli è disposto a parlare – separatamente – di Ounas Rog, il Milan apre alla cessione di Biglia perché Cutrone resta una questione separata (costa circa 25 milioni). Al netto di ciò – ironia della sorte – il sostituto di Veretout potrebbe arrivare sempre dalla Francia. Dal Nantes dove per due anni la porta sarà difesa da Lafont e dove ha svernato Eysseric. Si tratta di Valentin Rongier, centrocampista centrale dei Canarini e attuale capitano della squadra. “Un clou chasse l’autre”. Un nuovo amore rimpiazza quello vecchio.

Leggi Anche

FLACHI, “Pedro in Primavera? Non capisco”

Francesco Flachi, ex viola, ha parlato a Radio Bruno: “Pedro? Un giocatore pagato tra i …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *