MERCATO, Venerato: “Non so cosa gli sia venuto in testa a Milik”

È intervenuto ai microfoni di Radio Bruno il giornalista Rai ed esperto di calciomercato Ciro Venerato. Tra le varie tematiche toccate, il noto volto della “Domenica Sportiva” ha commentato le situazioni di mercato attorno alla Fiorentina. Ecco qui di seguito uno stralcio delle dichiarazioni del giornalista:

Partita di domani? Per i napoletani sarà una partita speciale perché riabbracceranno Callejòn. Unico per prestazioni e continuità. Grazie anche a Maurizio Sarri che lo aveva esaltato alla grande. Nell’ultima partita devo dire che s’è visto qualcosa di Callejòn che m’ha ricordato i tempi del Napoli. Per lui la carta d’identità non vale, dimostra di avere 23 anni ancora. Cosa mi aspetto da Daniele Pradè? Da Pradè aspetto che faccia il Pradè. È abituato a queste situazioni. Mi aspetto buone cose. Bisogna gli si dia il tempo giusto, perché nulla si fa in un giorno. Questo è un mercato difficile, vedo che ci sono artifici contabili assurdi. Prestiti di 18 mesi, rate moltiplicate a iosa rispetto al passato. Situazione Milik? Io dico che in 7-8 mesi ha fatto delle cavolate: solo perché lo voleva la Juve. Il 2 ottobre scorso ha detto di no alla Fiorentina, con i soldi che praticamente gli aveva promesso la Juve a suo tempo. Ora va in un campionato inferiore come quello francese, con tutto il rispetto per il Marsiglia. Io fossi stato Milik sarei andato a piedi a Firenze all’epoca. Non so cosa gli sia girato per la testa.”

Invia il tuo commento