Home / News / LIVE F1, Nuovo Centro Sportivo, Commisso: “70/80 milioni di investimento, pensate anche a queste cose”

LIVE F1, Nuovo Centro Sportivo, Commisso: “70/80 milioni di investimento, pensate anche a queste cose”

ACF Fiorentina ed il Comune di Bagno a Ripoli nella giornata di oggi mercoledì 7 ottobre alle ore 11:00, presso la Sala consiliare “Falcone e Borsellino” del Comune di Bagno a Ripoli in Piazza della Vittoria 1, terranno la conferenza stampa di presentazione dei rendering del Nuovo Centro Sportivo della Fiorentina. Seguite il live della conferenza assieme alla redazione di F1. All’incontro ci saranno: il Presidente viola Rocco Commisso, il Sindaco di Bagno a Ripoli Francesco Casini, l’assessore regionale Vincenzo Ceccarelli e l’architetto Marco Casamonti dello Studio Archea & Associati.

Ad inizio presentazione viene mostrato un breve video del rendering del progetto definitivo del nuovo centro sportivo sito a Bagno a Ripoli. Prende parola il sindaco Casini in una breve introduzione:

“L’investimento che la Fiorentina fa qui a Bagno a Ripoli non ha precedenti, perciò ringrazio la Fiorentina, ringrazio il presidente Commisso e Joe Barone, veri protagonisti dell’investimento che stanno portando avanti qui da noi. Ringrazio anche la Regione, collaboratrice attiva in tutti i percorsi urbanistici ed in questo in particolare. Con la Fiorentina siamo stati subito chiari, a Bagno a Ripoli si può fare tutto ma con qualità ed attenzione, specialmente al paesaggio. Ringrazio Marco -l’architetto- che ha fatto un grande lavoro. Alta sostenibilità, alta attenzione ai dettagli. Ringrazio per ultimo, ma non per importanza, tutto lo staff comunale che ha aiutato nella realizzazione di tutto ciò. Noi pensiamo ad un’idea di città che abbia queste caratteristiche: tanto verde ma tanta tecnologia. Presidente, mi permetta, tempo fa mi diceva il famoso “fast, fast, fast”. Bene, noi l’abbiamo fatto il nostro, a breve verrà approvata la variante urbanistica: ora tocca a voi, entro i cinque anni possibilmente perché scade il mio mandato da sindaco (ride).

PRENDE PAROLA L’ASSESSORE

“Ringrazio tutti per l’invito, sono felice di essere qui in rappresentanza della Regione per la presentazione di questo grande investimento dell’ACF Fiorentina, nella persona del presidente Commisso e di tutto il suo staff. Come diceva prima lo stesso sindaco, siamo contenti di come sia andato tutto per il verso giusto e di quanta attenzione sia stata data al territorio in materia di sostenibilità di preservazione del paesaggio ma al tempo stesso dinamico e tecnologico. In questo andiamo non solo a soddisfare gli obiettivi della Fiorentina, ma anche quello della realizzazione del paesaggio e della trasformazione sostenibile dello stesso. L’architetto, insomma, è noto e la sua storia parla per sè, ha fatto un grande lavoro. Sottolineo anch’io la collaborazione stretta che c’è stata tra Regione, Comune e Sovrintendenza, trovando un equilibrio che accontenta e rispetta il lavoro di tutti. Auguro che questo progetto si realizzi nel più breve tempo possibile ed auguro ogni successo sportivo alla Viola”

PRENDE PAROLA COMMISSO

“Posso parlare, bene. Scusate come sempre per il mio italiano. Ricordo il mio incontro con il Sindaco e con Joe Barone. Abbiamo parlato di questo progetto qui a Bagno a Ripoli e appena visto il paese, io e la mia famiglia ci siamo subito innamorati. Ringrazio ancora il sindaco e gli architetti, tra cui Marco qui di fianco a me, con una menzione in particolare alla Soprintendenza che ha collaborato colto con noi nella realizzazione di questo progetto. Ringrazio anche il mio staff, da Barone a Pradè: questo sarà un investimento totalmente privato. Per me e la mia famiglia è un grandissimo orgoglio investire qui e lasciare qualcosa a Firenze: come ho sempre detto non porterò nulla via con me a New York ma lascerò tutto qui a Firenze. Spero che oltre alle critiche arriveranno anche le gioie dei tifosi, che a breve avranno la loro vera prima casa viola. L’investimento arriverà a 70 milioni di euro, io credo che sarà molto di più, ma sarà il più grande d’Italia. Per la prima volta saranno insieme le giovanili e le prime squadre sia maschile che femminile: sarà una cosa bellissima, con più di 400 posti di lavoro propinati. Questo è il più grande investimento privato che sia mai stato fatto a Bagno a Ripoli, come ha ricordato prima il sindaco, e forse tra i più grandi in Toscana. Io dopo dirò altre cose ma ora lascio la parola a Casamonti”

PRENDE PAROLA L’ARCHITETTO CASAMONTI, NELLA PRESENTAZIONI DELLE DIAPOSITIVE DEL PROGETTO

“È veramente un piacere mostrare questo progetto, cercherò di farlo nel modo più veloce possibile. Il Viola Park, questo è il suo nome provvisorio, sarà vicinissimo a Campo di Marte. L’area in questione di 25 ettari, correttamente 22 di attuativo e 3 agricoli, è quella dove noi inseriremo edifici bassi, massimo con un primo piano, con i tetti ricoperti di nuovissimi pannelli fotovoltaici di colore verde: così da confonderlo con i prati verdi. Durante gli scavi abbiamo trovato parecchi resti di civiltà romane e medievali e per questo motivo abbiamo chiesto alla Soprintendenza di poter allargare l’area così da non costruirci sopra e permettere di mostrare tutti i resti che troveremo man mano nella costruzione. Abbiamo trovato anche i resti di un’antica necropoli romana, per darvi un’idea. Nel nuovo centro sportivo verranno inseriti tutti i componenti dell’intera società, che oggi come sapete sono separati in sedi diverse. Ogni area sarà costruita apposta per ognuno di loro, dai tecnici, passando per lo staff dirigenziale sino agli atleti veri e propri. Ci saranno anche due piscine per gli allenamenti, una fredda ed una calda per tutti gli specifici lavori del caso. Ci saranno 1200 alberi in tutto, tra cui uliveti. La casa dove ci saranno tutti i rappresentanti societari si chiamerà “Villa Viola”. I campi sportivi saranno in erba naturale e riscaldati. Sarà costruita anche una cappella in marmo bianco. Ques’area sarà bellissima”

Su iniziativa del presidente Commisso viene intonata un “Happy Birthday”.

Si comincia con le domande dei giornalisti.

DOMANDA PER CASAMONTI: IL PROGETTO DEFINITIVO QUINDI SARÀ QUESTO O CI SARANNO CAMBIAMENTI?

“Le quantità e qualità saranno le stesse, non cambierà nulla. Abbiamo lavorato molto sulla qualità del lavoro su questi 22 ettari. Il lavoro della Soprintendenza è stato ottimo da questo punto di vista. Per esempio, abbiamo lavorato bene sulle altezze, sugli scavi archeologici e sui materiali. Dall’inizio per esempio abbiamo insistito per i basamenti interrati, così che l’altezza non superi quella del primo piano, per tenere tutto allineato al paesaggio circostante”

DOMANDA PER COMMISSO: QUALE SARÀ IL NOME DEL CENTRO SPORTIVO?

“Quello provvisorio come abbiamo detto Villa Park, poi non so in futuro anche perché abbiamo preso in considerazione di inserirci il nome di Mediacom, ovviamente. Vedremo in seguito, per adesso io nome resta Viola Park.”

DOMANDA PER COMMISSO: PRANDELLI QUALCHE ANNO FA SOSTENEVA CHE AVERE UN CENTRO SPORTIVO SIGNIFICAVA AVERE ALMENO 7 PUNTI IN CLASSIFICA IN PIÙ, LEI COSA NE PENSA?

“Sono stra d’accordo, ma noi puntiamo a molto di più. L’investimento che stiamo facendo qui è grosso, fatto anche per far crescere i giovani bene e portarli in prima squadra”

DOMANDA PER COMMISSO: QUANDO CREDE DI POTER TAGLIARE IL NASTRO D’INAUGURAZIONE?

“Speriamo entro 12 mesi”

DOMANDA PER COMMISSO: QUANTO È IL DIFFERENZIALE DI COSTI RISPETTO A QUANTO PATTUITO ALL’INIZIO?

“Quando abbiaMO visionato la zona per la prima volta, siamo rimasti sorpresi dalla bellezza del paesaggio. Dalla prima idea di Campi Bisenzio è cambiato tutto ed abbiamo deciso di farlo qui. Siamo molto contenti di essere arrivati qui. Rocco vuole fare cose che resteranno a Firenze. Risponde poi l’architetto riguardo al budget: L’obiettivo è di restare entro gli 80 milioni di euro, speriamo di non spendere di più, ora non mi fate litigare con il presidente oggi (ride): salvo imprevisti il budget sarà quello, se riusciamo ad ottimizzarlo spendendo di meno meglio ancora. Questo sarà il più costoso in Italia e tra i più costosi in Europa”

DOMANDA PER COMMISSO: SARÀ DA SCUDETTO QUESTO CENTRO, LO SARÀ ANCHE LA SQUADRA?

“Siccome tu sei tifosa ti chiedo, quando avete vinto lo scudetto? Molto tempo fa, 50 anni per l’ultimo scudetto. Diamo tempo a Rocco, datemi tempo per fare la squadra ma fatemi pensare prima al resto, così tutto verrà da sé. Barone e Pradè hanno fatto un gran lavoro quest’anno, fin quando ci sarò io saranno fatte cose come si deve, ma dovete portare pazienza e dare tempo a Rocco. Come la Lazio ed il Napoli, date tempo alla Fiorentina”

DOMANDA PER COMMISSO: SE CHIESA AVESSE AVUTO QUESTO CENTRO SPORTIVO, SAREBBE RIMASTO ALLA FIORENTINA? LEI È RIMASTO MALE PER LA PARTENZA?

“Si, abbastanza. Ricordo quando a Chicago ho parlato con Chiesa. Non l’ho ancora sentito, non credo di meritare questo perché nè io, nè i dirigenti, nè la mia famiglia abbiamo fatto nulla di male. Ora avremo la chiesa (cappella) qui al centro sportivo: stiamo bene così”

DOMANDA PER COMMISSO: È ENTUSIASTA ADESSO? HA RITROVATO L’ENTUSIASMO?

“A febbraio, marzo quand’era, è successo quello che è successo. Il mio dovere è quello di aiutare la società, anche se poche volte mi dicono grazie. Siete più orientati a fare sempre critiche piuttosto che accontentarsi dell’equilibrio iniziale, 50 e 50. Sempre a fare i paragoni con gli altri. “Rocco ha sempre detto che i soldi non sono un problema”, che stupidaggine. Ho mai detto che bisogna buttare i soldi io?”

DOMANDA PER COMMISSO: LO STADIO POTREBBE SUBIRE UN RITARDO PER LE CONDIZIONI ECONOMICHE AMERICANE ATTUALI?

“Bella domanda. Per quanto mi riguarda, la Mediacom non sta subendo, anzi sta andando bene. Non abbiamo licenziato nessuno e ne sono fiero. Per questo motivo posso fare questo investimento senza preoccuparmi da dove prendere i soldi, questo voglio dire. Lo stadio non subirà problemi a riguardo”

DOMANDA PER L’ARCHITETTO: L’INTERAZIONE CON LA CITTÀ SARÀ GIORNALIERA OPPURE NO?

“Il è pensato per essere vivo. Sarà aperto tutti i giorni sia per le attività sportive che per altro, visite e quant’altro, ma sempre con la giusta privacy per i giocatori, ovviamente”

DOMANDA PER COMMISSO: UN BILANCIO DI QUESTI GIORNI, HA SENTO L’AFFETTO DELLA GENTE OPPURE NO?

“Ognuno ha le proprie preoccupazioni, ci mancherebbe. Noto che, comunque, le critiche sono molto di più. Quando sono giustificate le accetto, quando non lo sono le mando a… come si dice qui? Ah non posso dirlo, vero (ride)

 

LA CONFERENZA TERMINA QUI

Print Friendly, PDF & Email

Leggi Anche

CHAMPIONS LEAGUE, 5.000 tifosi ammassati in curva a Rennes: la UEFA apre un’inchiesta

I 5mila tifosi nella curva del Rennes in occasione della gara di Champions contro il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *