Home / News / LE PAGELLE DI FIORENTINAUNO, Un inizio che illude poi “dominio” Atalanta: brutta serata per Lafont e Ceccherini, si salvano Milenkovic e Muriel

LE PAGELLE DI FIORENTINAUNO, Un inizio che illude poi “dominio” Atalanta: brutta serata per Lafont e Ceccherini, si salvano Milenkovic e Muriel

Lafont 4: Nel primo tempo non è mai impegnato in modo pericoloso. Sul rigore magistralmente calciato da Ilicic intuisce ma non può nulla sul sinistro dell’ex viola. Dopo qualche buono intervento nella ripresa al 68’esimo commette un pasticcio imperdonabile sul destro di Gomez insaccando praticamente nella propria porta una conclusione forte ma centrale.

Milenkovic 6: Dalle sue parti l’Atalanta non è quasi mai pericolosa. Nel secondo tempo ha il compito di arginare Zapata e lo fa bene al 60’esimo quando riesce a deviare in angolo una conclusione ravvicinata del colombiano. Probabilmente uno dei migliori in campo per la Fiorentina.

Pezzella 5,5: Riesce ad arginare il gigante nerazzurro Zapata nel primo tempo. Nel secondo tempo è costretto a spendere il giallo su Gomez dopo un errore del centrocampo viola. In difficoltà nell’ultima parte di gara quando ormai sono saltati tutti gli schemi difensivi.

Ceccherini 4,5: Disastroso il primo tempo del centrale viola che prima stende in area l’argentino Gomez consegnando a Ilicic il rigore del pareggio e poi sempre sull’ex di giornata prende il giallo in una ripartenza bergamasca. In totale confusione sulle scorribande offensive dell’Atalanta. Nella ripresa non commette grossi errori ma pesa su di lui un primo tempo da dimenticare.

Biraghi 5: E’ un primo tempo di sofferenza il suo contro la velocità di Castagne e Ilicic. Dopo il giallo a Ceccherini è costretto a giocare ancora più indietro per limitare i danni. Secondo tempo più sofferente del primo, rintanato in difesa non riesce ad arginare le avanzate di Gomez, Ilicic e Castagne.

Gerson 4,5: Battaglia in mediana ma non riesce ad imprimere gioco nella prima frazione di gioco. Male anche nella ripresa sia in fase offensiva che in ripiegamento. (Dal 65’esimo Dabo 5: In difficoltà anche il francese che concede troppi spazi agli attaccanti nerazzurri).

Veretout 5: All’undicesimo si crea l’occasione per il raddoppio gigliato ma dopo un coast to coast magistrale non riesce a superare Gollini. Nella seconda parte del primo tempo troppi errori dovuti ad un’eccessiva sicurezza nella gestione del pallone. Ripresa piatta quella del regista viola che si allinea alle difficoltà di tutta la squadra.

Benassi 5: Pochissimi i palloni toccati dal centrocampista viola nella prima frazione. All’inizio della ripresa ha l’occasione della serata ma non ha la giusta cattiveria per scavalcare Gollini. Poca roba fino al 78’esimo quando viene sostituito. (Dal 78’esimo Simeone 5: Il Cholito entra probabilmente troppo tardi ma il suo apporto sulla gara è praticamente nullo)

Mirallas 5: Qualche buono spunto ma al belga manca sempre la giocata finale. In campo è molto nervoso, atteggiamento che gli condiziona la gara. Grande opportunità per l’ex Everton al 55’esimo ma il suo destro è sbilenco e viene messo in angolo. (Dall’88’esimo Edimilson S.V.)

Muriel 6: Bastano pochi minuti all’attaccante colombiano per sbloccare la gara. Con il suo movimento senza palla taglia fuori la difesa bergamasca e l’assist di Chiesa è preciso, a quel punto ribadire in rete per lui è un gioco da ragazzi. Parte forte anche nella ripresa con un pallone preciso per Benassi che però spreca. Cala come tutta la Fiorentina dopo la rete del 2-1 e non riesce più a rendersi pericoloso.

Chiesa 5,5: Il talento viola parte subito forte con l’assist perfetto per Muriel che apre la gara. Pochi minuti dopo ottimo gioco di gambe, ingresso in area ma in precario equilibrio colpisce male. Non è preciso nella seconda parte del primo tempo quando l’Atalanta cresce. Nella ripresa prova ad illuminarsi ma le sue giocate si spengono sempre in un nulla di fatto. Sul finale prova a calciare da ogni posizione ma le sue conclusioni o sono murate dalla retroguardia nerazzurra o sono ampiamente fuori dalla porta difesa da Gollini.

Montella 5,5: Dopo un inizio scoppiettante la Fiorentina si scioglie sotto i colpi di un’Atalanta tonica e tecnicamente superiore. Gli episodi, l’ingenuità di Ceccherini prima e “l’infortunio” di Lafont poi, condizionano il match ma la viola fa poco per portare dalla sua parte la qualificazione. Sconfitta meritata e dura da digerire vista la posta in palio. I cambi, probabilmente, sono arrivati troppo tardi ma non hanno comunque inciso a vantaggio della viola. Naturalmente le sue responsabilità sono limitate… ora serve ripartire dalla prossima stagione con i giusti innesti validi per il suo gioco.

Leggi Anche

DALBERT, Torna di moda lo scambio con Biraghi

Sembra essere tornato di moda il possibile scambio tra Biraghi e Dalbert; il terzino italiano …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *