Home / Editoriale / La solita vecchia storia: uscite poco logiche e un copione già visto. Menomale che è Primavera…

La solita vecchia storia: uscite poco logiche e un copione già visto. Menomale che è Primavera…

I punti scarseggiano, la Coppa Italia passa dalle insidie di Bergamo, l’Europa si allontana e l’allenatore ci mette del suo. Per fortuna la Primavera rimedia.

Pioli: “Futuro? Ho già deciso”. Cognigni: “Frasi poco logiche”. E comincia il toto-allenatore. Nel frattempo ottimi segnali da Montiel e Co.

Devastanti. Forse non se ne è reso conto, forse non si è fermato a soppesarle a sufficienza ma l’effetto che le sue parole hanno avuto e stanno avendo sulla squadra è stato quello di una mazzata psicologica. “Contratto? Parlerò a fine campionato. La scadenza non mi preoccupa. Io ho già deciso”. Queste le parole rilasciate in conferenza stampa da Stefano Pioli dopo il pareggio incolore, l’ennesimo di questa stagione, con la Lazio.

I calciatori, di conseguenza, che ogni giorno sono a contatto con l’allenatore, che percepiscono il suo stato d’animo, hanno scollegato la testa con i risultati che si sono potuti ammirati venerdì sera nella rotta di Cagliari. Quindi per rincarare la dose, dopo la disfatta: “Io ho deciso cosa mettere sul piatto. Ci sono state cose positive e negative, ne parlerò quando incontrerò con la società. Non ho mai parlato di andare via, vivo sereno, motivato e determinato. Non mi sono mai sentito così bene come a Firenze, sono contentissimo di allenare la Fiorentina. Se la società vorrà incontrarmi io saprò cosa dire”. Parole che scavano un solco.

Sibillina la risposta di Cognigni: “A Cagliari si è vista una squadra senza identità e le parole di Pioli sul suo futuro sono poco logiche. Venerdì ho visto una squadra spaesata, incapace di proporsi con autorità e quindi molto diversa da quella della prima parte del campionato” una sorta di messa in stato d’accusa dell’allenatore. “(…) Parlarne adesso, in modo estemporaneo, con il risalto mediatico che gli è stato dato, mi è sembrato poco logico, correndo l’inutile rischio di fermare l’attenzione su un argomento, in questo momento, poco significativo, in confronto agli obiettivi che la squadra deve rincorrere. Speriamo che la pausa possa portare maggiore equilibrio e soprattutto riflessione da parte di tutti gli attori. Un calo di tensione o peggio deconcentrazione non vogliamo nemmeno prenderli in considerazione”.

Se da un lato però quelle di Pioli sono state parole sbagliate non si può nascondere che ciò che sta succedendo adesso con lui non è affatto una novità. Un film già visto. Già visto con Prandelli. Con Montella. Con Sousa.

Aria di Primavera

Se la Fiorentina dei grandi delude le aspettative, la Primavera regala gioie. I gigliati di Bigica oggi hanno superato il Torino nella gara valida per gli Ottavi. 4-2 rifilato ai granata: ottima prova di Montiel, di Longo autore di una doppietta e anche dell’estremo difensore Chiorra decisivo nello sbrogliare alcune palle velenose.

Dopo essere andati in vantaggio di ben tre reti c’è stato un vero e proprio crollo dei viola e il Torino ha provato a fare l’impresa. Il primo tempo termina 3-2 ma ad inizio ripresa Longo stende definitivamente gli avversari con il suo secondo goal.

Grazie alla vittoria sul Comunale di Altopascio la viola è attesa dal Parma. Nel frattempo ci sono state delle vittime eccellenti: Milan e Sassuolo fuori, superate da Club Bruges e Braga. Fuori anche l’Empoli eliminato dal Genoa.

Leggi Anche

PRE PARTITA, Commisso: “Emozione troppo grande, sono vecchio!”

Il Presidente Viola, Rocco Commisso, ha parlato a Sky Sport prima del match casalingo contro …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *