Home / Editoriale / Il film del disastro

Il film del disastro

La gara con il Parma diventa decisiva per chiudere definitivamente il discorso salvezza.

Archiviata la pratica salvezza, non ancora raggiunta e non certo scontata, resta una stagione da segno rosso.

Nel gorgo che risucchia verso la Serie B. Peggior conclusione non poteva esserci per un’annata che invece prometteva bene.

La passata stagione chiusa in crescendo con la promessa di trattenere gli elementi migliori. Dal mercato innesti giovani, inesperti sì ma di prospettiva. Il ricordo di Davide Astori come collante umano. L’obiettivo era far meglio della stagione precedente, le premesse c’erano tutte.

L’inizio fu positivo. Un buon calcio, anche brillante. Mese dopo mese però la Viola si è ripiegata su se stessa. Accartocciata. Prima annebbiata da una serie sconfinata di pareggi. Anonimi e inutili ai fini della corsa europea che vedeva la Fiorentina sempre più lontana. Tanti punti persi. Pioli ha iniziato a non capirci più nulla. Non indovinava un cambio. Impostava male le partite. Quindi è avvenuto l’imponderabile: dopo una discutibile nota stampa a firma della società, Pioli si dimette. La rottura con l’allenatore è stato uno scisma esploso nello spogliatoio.

Ad aggravare una situazione già critica ci ha pensato la lettera di Diego Della Valle che ha sortito l’effetto di esacerbare ancor più gli animi di una città distante come non mai dalla squadra.

Firenze città che fa dell’ironia il suo marchio di fabbrica sembra invece apatica. In uno dei momenti più bui della storia recente della Viola il pubblico pare rassegnato. Sembra non aver più voglia nemmeno di sbeffeggiare Corvino e I Braccini. 

Una volta ottenuto il fatidico punto, indispensabile per la salvezza, ci sarà da lavorare molto. Soprattutto per far riavvicinare i tifosi.

Leggi Anche

SKY, Clamorosa idea Llorente per la Viola

L’ultima idea della Fiorentina per l’attacco porta a Fernando Llorente, ex attaccante della Juventus tra …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *