IACHINI, L’usato sicuro per raggiungere la salvezza

Considerate le passate esperienze, nel quale da subentrato ha portato molto spesso le sue squadre alla salvezza, possiamo dire che è tornato l’uomo giusto nel momento giusto

Beppe Iachini, richiamato a guidare la squadra viola dopo 5 mesi, dovrà ancora una volta risollevare il club da una zona pericolosa di classifica, puntando soprattutto sulla solidità difensiva già dimostrata nella scorsa stagione. Il tecnico marchigiano comunque non è nuovo a questo tipo di situazioni anzi, sotto questo punto di vista, è il miglior tecnico che questa squadra potesse avere in questo preciso momento. Ripercorriamo le sue esperienze recenti in Serie A:

2012-13, SIENA – Dopo aver riportato la Samp in A, l’anno dopo viene chiamato dal Siena a metà stagione in sostituzione di Serse Cosmi. Non riesce a evitare la retrocessione realizzando in 21 gare 5 vittorie, 4 pareggi e 12 sconfitte, stabilendo lo 0.9 di media punti a partita.

2015-16, PALERMO – Dopo due anni brillanti dove l’allenatore ha prima raggiunto la promozione in massima serie, poi una salvezza tranquilla stabilendo il record personale di punti (49), nella sua terza stagione in rosanero arrivano i problemi. Durante la stagione la squadra si vede cambiare ben 9 allenatori e nonostante tutto Iachini, che alla fine è risultato essere il tecnico più presente rispetto agli altri 8, finisce la stagione con 15 punti in 15 gare, frutto di 4 vittorie, 3 pareggi e 8 sconfitte che aiuteranno la squadra a raggiungere la salvezza all’ultima giornata a discapito del Carpi di Castori.

2017-18, SASSUOLO – Nel novembre 2017 viene chiamato dal Sassuolo in sostituzione di Christian Bucchi. Finisce la stagione conducendo la squadra ad un onorevole 11° posto raccogliendo 32 punti in 24 gare, e realizzando una media di 1.33 punti a partita. A fine stagione lascia il club facendo posto a Roberto De Zerbi.

2018-19, EMPOLI – Dopo quasi 6 anni Iachini ritorna in Toscana, ma stavolta all’Empoli. Il tecnico rigenera una squadra che fino a quel momento aveva totalizzato solo 6 punti. Nel mese di marzo però, dopo qualche risultato negativo, viene esonerato. Lascia la squadra virtualmente salva al quart’ultimo posto, avendo collezionato 16 punti in 16 partite, frutto di 4 vittorie, 4 pareggi e 8 sconfitte. Alla fine la squadra con Andreazzoli non riuscirà a tenere quella posizione di classifica, retrocedendo all’ultima giornata.

2019-20, FIORENTINA – Il futuro di Iachini è ancora in Toscana, ma stavolta nel capoluogo. La Fiorentina, dopo la tragica prima parte di stagione con Montella, ha bisogno di essere risollevata e portata ad una tranquilla salvezza, cosa che l’allenatore riesce a fare. La squadra si salva con 4 giornate d’anticipo riuscendo a collezionare 32 punti in 21 gare; frutto di 8 vittorie, 8 pareggi e soltanto 5 sconfitte, che portano la squadra ad un dignitoso 10° posto.

 

 

 

 

 

 

 

 

Invia il tuo commento