Home / blu / GUAGNI: “Un onore essere una bandiera. Facile dire no al Real, Firenze è casa mia”

GUAGNI: “Un onore essere una bandiera. Facile dire no al Real, Firenze è casa mia”

Alia Guagni, capitano della Fiorentina Women’s, ha rilasciato una lunga intervista a Violanation. Queste le sue parole:

Sul talento segreto: “Faccio la migliore parmigiana di melanzane del mondo. E’ la ricetta di mamma”

Sul film e il libro preferito: “Armageddon e i Figli del Nilo”

Sul cantante preferito: “Laura Pausini”

Se non facessi la calciatrice: “Sarei una insegnante, ma spero di rimanere alla Fiorentina”

Il posto preferito da visitare a Firenze: “Piazzale Michelangelo”

Un consiglio “Seguire i propri sogni e godersi ogni momento”

L’eroe d’infaizia: “Wonder Woman, perchè sa volare!”

Sulla sua infanzia: “Ho vissuto tutta la vita a Firenze. Ero una ragazza silenziosa. Mio cugino, che è come un fratello, giocava in una squadra vicino a casa mia ed era sempre felice con la palla. Lo seguivo ovunque, così ho voluto provare il calcio. Me ne sono innamorata in quel momento”

Sull’esperienza a Seattle: “E’ stata una delle più importanti della mia vita. Negli Stati Uniti la vita di una giocatrice di calcio è completamente diversa. Vivevo ospite di una famiglia che amo. Ho incontrato tanti amici fantastici e mi ha consentito di imparare un nuovo stile di gioco”

Sulla Fiorentina: “La mia carriera alla Fiorentina è molto importante nella mia vita. Quando ero piccola andavo al Franchi a guardare la squadra maschile. Il migliore ricordo in maglia viola è quando abbiamo vinto la Supercoppa Italiana su quel campo”

Sulla Nazionale: “Il momento migliore con la Nazionale è senza dubbio la Coppa del Mondo in Francia quest’anno. E’ stata una esperienza incredibile che non dimenticherò fino a quando vivrò”

Sul Real Madrid: “Dire no  è stato “facile” perché amo la mia città, è casa mia, e amo la mia squadra, la Fiorentina, sono la mia famiglia. Penso si possano fare tante grandissime cose qui.”

Sull’essere stata eletta calciatrice dell’anno: “E’ un grande onore essere stata eletta per la seconda volta. Lo dedico alla mia squadra, che lavora con me tutti i giorni per renderci tutte migliori”

Su Commisso: “E’ arrivato a Firenze solo qualche mese fa, ma dal primo giorno abbiamo potuto sentire le sue energie positive. Ci ha incontrato e mostrato di credere anche nella squadra femminile. Mi ha chiamato la notte dopo aver deciso di rimanere a Firenze per dirmi che era orgoglioso di me e che la mia decisione lo aveva reso immensamente felice. Ero sorpresa ma è stato un segnale incredibilmente positivo di cambiamento. Possiamo fare qualcosa di grande insieme”

Sull’essere bandiera: “E’ un onore che Rocco e le persone a Firenze mi chiamino bandiera. Sono dove devo essere e dove voglio stare, con la mia gente, la mia città e la mia famiglia! Farò sempre del mio meglio per onorare la maglia che indosso, è la mia seconda pelle”

Leggi Anche

Featured Video Play Icon

VIOLA TWEET, Terzo appuntamento della giornata in collaborazione con Radio Firenze

In collaborazione con Radio Firenze tutti i giorni l’appuntamento quotidiano con la nostra redazione, Rassegna …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *