GIUFFREDI: “La trattativa per Veretout snervante. Biraghi voleva tornare a casa”

Il noto procuratore Mario Giuffredi, agente tra gli altri degli ex Fiorentina Veretout, Biraghi e Laurini, ha parlato così a tuttomercatoweb: “La trattativa per Veretout più che difficile, è stata la più snervante, quella che mi ha fatto arrabbiare di più per tanti motivi. Però quando poi si chiudono queste sono le operazioni che ti danno anche più soddisfazioni. Il Milan, il Napoli e l’Olympique Lione erano le altre tre squadre che lo volevano, quelle più vicine. Poi ne erano uscite anche altre, ma io ho sempre detto che i giocatori devono andare dove veramente li vogliono. La Roma ha fatto l’impossibile per prenderlo. Il vero Veretout è stato quello del primo anno, quando ha giocato con un play che era Badelj e lui che agiva da mezzala. Nell’ultima stagione ha fatto il play e la stagione della Fiorentina è stata quella che è stata. In questi casi anche i giocatori più bravi vengono tirati dentro in un vortice pericoloso. Però, non possiamo dire sia stata una stagione negativa: ha fatto sei gol e io cerco sempre di guardare l’aspetto positivo. Lui ha doti di leadership e adesso mi aspetto possa guidare anche la Roma. Può accendere la luce all’Olimpico. Biraghi? Cristiano ha sempre voluto giocare all’Inter, fin da quando è nato. E’ stato lì da ragazzino e da quando è andato via ha portato avanti un percorso finalizzato al suo ritorno in nerazzurro. Voleva tornare alla casa madre e quando siamo andati in sede per la firma era ancora stonato. Come se non avesse ancora metabolizzato cosa stesse succedendo”.

Invia il tuo commento