FIORENTINA-PARMA, Le 5 curiosità statistiche sul prossimo match dei viola

Il Museo Fiorentina presenta le 5 curiosità su Fiorentina-Parma:

1. Fiorentina-Parma si è disputata 33 volte con un bilancio di 15 vittorie, 10 pareggi, 8 sconfitte (54 le reti fatte e 32 quelle subite). 23 sono stati gli incontri in serie A con 11 successi, 6 pareggi e 6 sconfitte (36 gol fatti e 23 subiti). Due volte in serie B con una vittoria e una sconfitta (6 reti realizzate e 2 subite); una partita in Prima Divisione (1-1, il 17 ottobre 1926 sul campo di via Vincenzo Bellini) e ben 7 gare in Coppa Italia con 3 vittorie, 3 pareggi e una sconfitta (11 reti fatte   e 6 subite).

2. Il Fiorentina-Parma che si disputerà domenica 14 marzo 2021, per importanza e tensione nervosa, ricorda molto da vicino quello del 20 settembre 2006. Era il campionato post-calciopoli, si giocava per la terza giornata e la Fiorentina (anche allora allenata da Prandelli) partiva con la penalizzazione di 19 punti (poi ridotti a 15 con l’arbitrato del 27 ottobre 2006). Soprattutto la squadra viola approccia il confronto con i ducali reduce da due sconfitte nelle prime due partite, con l’Inter in casa e nel derby col Livorno. Fiorentina, quindi, ancora con intatta l’intera zavorra della penalizzazione e match contro il Parma decisivo sia per la classifica che per la futura serenità mentale del gruppo e del suo allenatore. Ne viene fuori una partita combattuta, spezzettata, condotta a nervi scoperti, risolta da un gol di Mutu al 17′ (sinistro di controbalzo su invito di Toni dalla destra), col Parma (guarda caso allenato da un ex calciatore e futuro tecnico viola… Stefano Pioli) che sfiorerà più volte il gol del pareggio. Fino a colpire due pali clamorosi con Paci e Budan. Da segnalare, in quella partita, una curiosità: nel finale l’arbitro De Marco espulse Luca Toni per fallo di reazione sul difensore Paci. Il centravanti fresco campione del mondo, però, fu assolto dalla prova TV e potè scendere in campo ad Udine nella giornata successiva.

3. A proposito di Adrian Mutu, il romeno è certamente uno dei doppi ex che più ha caratterizzato la storia di Parma e (soprattutto) Fiorentina. Con i ducali Adrian disputa una sola stagione, quella 2002-2003, tra l’altro con allenatore proprio Cesare Prandelli. Fu per lui un anno di passaggio ma fortemente significativo, che fece da trampolino di lancio per la cessione (la stagione successiva) al più prestigioso club inglese del Chelsea. Mutu, nel campionato 2002-2003, realizza 18 gol in 31 partite (in coppia col brasiliano Adriano, anche lui doppio ex di Parma e Fiorentina), più 4 gol in quattro apparizioni in coppa Uefa. Nella stagione 2006-2007 passa alla Fiorentina dove resterà fino al 2011. Nonostante le varie vicissitudini giudiziarie e comportamentali il “fenomeno” (così venne ribattezzato a Firenze) giocò in maglia viola 143 partite ufficiali con 69 gol all’attivo, diventando ben presto un idolo della tifoseria. Nel 2008 raggiunge la semifinale di coppa Uefa perduta ai rigori con gli scozzesi dei Rangers di Glasgow, realizzando in quell’edizione ben 6 reti in 10 partite disputate. Ottimo il suo score anche con la nazionale romena con la quale mette insieme 77 gettoni e 35 gol ufficiali.

4. Fiorentina e Parma, nell’arco di soli tre anni (1999-2001), si sono incontrate in due finali di coppa Italia. Con una vittoria ciascuno. Nel 1998-1999 il Parma, guidato dall’ex viola Malesani, prevalse sulla Fiorentina di Trapattoni nella doppia finale: 1-1 al Tardini, 2-2 al Franchi. Il trofeo fu vinto dal Parma per la regola dei gol in trasferta. Nell’edizione 2000-2001 andò diversamente: all’andata vittoria esterna dei viola per 1-0 (gol di Vanoli), al ritorno pareggio casalingo per 1-1. Gol decisivo del portoghese Nuno Gomes, e sesta coppa Italia per la Fiorentina.

Un dato curioso è che Paolo Vanoli ed Enrico Chiesa vinsero il trofeo con entrambe le squadre. Vanoli, che di ruolo faceva il terzino (seppure di spinta), risultò decisivo in entrambe le finali: il 5 maggio 1999, all’Artemio Franchi di Firenze, realizzò il gol del 2-2 che assegnò la coppa  al Parma. Il 24 maggio 2001, invece, firmò l’1-0 per la Fiorentina nella finale di andata disputata in Emilia, ponendo, così, una seria ipoteca sulla vittoria finale.

5. L’ultimo Fiorentina-Parma si giocò il 3 novembre 2019 e finì 1-1 con gol di  Gervinho al 40′ e pareggio al 67′ di Gaetano Castrovilli. L’ultimo successo viola è del 18 maggio 2015, terzultima giornata del campionato: 3-0 con i gol di Gonzalo Rodriguez, Gilardino e Salah. La Fiorentina terminò il campionato al quarto posto, mentre il Parma, retrocesso, fallì e fu costretto a ripartire dalla serie D.

Invia il tuo commento