Home / Editoriale / FIORENTINA, CREDI NELL’IMPRESA! QUANTI MOTIVI PER STENDERE LA JUVE

FIORENTINA, CREDI NELL’IMPRESA! QUANTI MOTIVI PER STENDERE LA JUVE

L’attesa è come quella del giorno di Natale o di Pasqua, quando arriva Fiorentina-Juventus Firenze si ferma e per due ore (più eventuali sfottò) non si pensa ad altro. Ogni partita è diversa dalla precedente, ma stavolta si parla di qualcosa di realmente differente. Sarà la prima volta di Commisso contro i bianconeri, e nessuna parola o testimonianza riuscirà a far capire cosa significhi questa partita nella città di Ponte Vecchio. Solo al fischio d’inizio il nuovo patron gigliato capirà realmente il sapore di questa partita che da decenni è ormai diventata una classica italiana, aldilà dei rispettivi posizionamenti in classifica. Anche perchè punti alla mano si potrebbe anche non giocare la partita, in realtà di motivi per credere nell’impresa ce ne sono diversi e proviamo ad analizzarli:

LA PRIMA VOLTA NON SI SCORDA MAI…

Non sarà solo la prima presenza del simpatico Rocco in tribuna, in campo ci saranno giocatori come Sottil e Castrovilli che fino ad oggi questa partita l’hanno vista solo da spettatori. Eppure si sono fatti le ossa nel settore giovanile Viola, motivi di appartenenza che potrebbero essere un asso nella manica non da poco.

RIBERY, LE ABITUDINI DEL CAMPIONE…

Chiaramente potrebbe essere lui il protagonista della partita, il suo prima Fiorentina-Juventus potrebbe equivalere alla prima presenza dall’inizio. I campioni sanno trascinare, soprattutto i compagni più giovani. Provate ad immaginare un Ribery dei bei tempi, anche solo per 60/70 minuti con Sottil pronto a subentrare con i suoi strappi decisivi. Franck è pronto a lanciare la sfida.

MONTELLA, DENTRO O FUORI…

Serve tempo, lo ha detto Montella stesso oggi in conferenza. Ma è anche vero che siamo in Italia, la fretta di risultati è viva ovunque. Giocare una partita alla morte potrebbe far pendere la bilancia dalla sua parte, anche perdendo. Ma in caso di tracollo occhio a Gattuso, pupillo di Commisso non solo per le origini calabresi in comune. Ma questo Fiorentina-Juventus potrebbe anche essere sinonimo di rivincita per l’aeroplanino: esiste modo più bello di tornare a vincere se non contro la Juve?

CHIESA, UNA FACCIA VIOLA…

Non perdiamo tempo a raccontare la telenovela Chiesa-Juve che va avanti da più di un’estate, Federico si porta dietro gli strascichi dell’Europeo U21, il fatto di aggregarsi in ritardo al gruppo ha inciso nella partenza a rilento del figlio di Enrico. Di voci se ne sono sentite tante, l’orgoglio di Federico è stato sicuramente toccato. Occhio, domani può arrivare il momento di una nuova dimostrazione d’amore alla Viola.

Leggi Anche

VAR, La moviola arriva anche in Serie B dalla prossima stagione

Arriva la Var anche in serie B. L’assemblea delle società cadette infatti, come riporta la …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *