FANTINI: “Mi dispiace per l’addio di Prandelli. Io darei le colpe a chi ha costruito la squadra e non sempre all’allenatore”.

L’ex attaccante, tra le al,tre squadre anche della FiorentinaEnrico Fantini ha parlato a Stadio Aperto, trasmissione di TMW Radio. Questo il suo pensiero sui viola:
“Gli obiettivi iniziali sicuramente non erano questi, o si sarebbero presi giocatori diversi. La Fiorentina ora ha una rosa importante, che si ritrova in una situazione non congeniale, e su tutti mi viene in mente Ribery. Mentalmente diventa difficile, bisogna voler lottare fino all’ultimo secondo del campionato. Qualche punto di vantaggio c’è, e mi auguro che l’ennesimo cambio in panchina possa portare qualcosa di nuovo o almeno un po’ d’entusiasmo. Mi dispiace però che Prandelli abbia abbandonato, per me è allenatore eccezionale e uomo straordinario, avrei voluto vederlo salvare la Fiorentina. E poi non sarà mica sempre colpa dell’allenatore? In una società ci sono tutti, dai magazzinieri fino a chi costruisce le squadre. Mi metto le mani in testa per decisioni senza logica, a volte, e vedo che però il capro espiatorio è sempre l’allenatore. Darei colpa a chi ha costruito la rosa”.

Invia il tuo commento