EX VIOLA, Galli: “Il mercato in entrata vale 2,5. I giocatori condizionano il modulo”

L’ex giocatore viola Giovanni Galli, intervenuto ai microfoni di Lady Radio per commentare la situazione in casa viola, si è soffermato anche sul mercato appena concluso: “Se le uscite valgono un 6,5, perché hai accontentato Prandelli mandando via quei giocatori coi musi lunghi, quello in entrata vale un 2,5, neanche 4. Non hai dato all’allenatore quegli elementi che possono riportare la squadra in zona tranquilla”. Sulla disposizione in campo: “I giocatori che abbiamo condizionano per caratteristiche le scelte del modulo. Con Castrovilli e Bonaventura devi giocare a tre in mezzo. Se poi i difensori si trovano meglio in un reparto a 3 anzichè a 4, sei costretto a piazzare altri due esterni ed escludere necessariamente Callejon, anche se lo spagnolo si trovasse al top fisicamente”. Sulla partita contro l’Inter: “Non ho capito perché Prandelli ha tolto Vlahovic quando mette dentro Malcuit e Kokorin. Prova a giocare col 4-3-3 visto che era entrato anche Kouamè. La partita era già compromessa, potevamo provare a giocarcela a visto aperto”. E su Pezzella: “Non può giocare centrale in una difesa. Preferirei vedere Milenkovic, così da dare dei riferimenti al capitano. Un pensierino a far giocare Pezzella largo lo farei”.

 

 

Invia il tuo commento