EX VIOLA, Galbiati: “Nuovo allenatore Fiorentina? Prima si pensi alla programmazione”


E’ stato intervistato dai microfoni di Radio Bruno l’ex viola Roberto Galbiati. Ecco qui di seguito le dichiarazioni rilasciate dall’ex mediano:

Allenatore Fiorentina? Mi aspetto che ci sia programmazione. Prendere un allenatore senza programmazione è inutile. Dopo due anni credo ce l’abbiano una già fatta, seria. Da lì poi si potrà cercare il profilo migliore. Sono tutti nomi interessanti quelli che circolano, ma senza programmazione è inutile cercarli. Vlahovic? La programmazione la fai anche sapendo cosa puoi tenere e cosa dare via. Essa stessa lo prevede. Vlahovic sarebbe importante che rimanesse. Bisogna capire che tipo di squadra vogliano costruire. Credo che un giocatore come Vlahovic, vice capocannoniere, che lotta per non retrocedere rappresenti uno smacco per il procuratore. Difesa Fiorentina? Quarta è un punto d’inizio importante dal quale partire, ma non basta. Serve anche un giocatore d’esperienza, dipenderà in quel caso da quale allenatore arrivi. Igor e Venuti anche vanno benissimo, ma servono altri giocatori d’esperienza. Rivoluzione? Credo sarà cosi. Se questa squadra ha fatto 39 punti vuol dire che il valore è questo: quindi ben venga la rivoluzione. Chi mi ha deluso di più? La maggior parte hanno reso al di sotto delle aspettative. Solo gente come Dragowski ha fatto meglio degli altri secondo me. Rinnovo per Ribery? Ci penserei molto”

Invia il tuo commento