EX VIOLA, Frey: “Commisso può ricreare un ciclo. Gattuso? Trasmetterà il giusto senso d’appartenenza”


E’ stato intervistato dai microfoni di Radio Bruno l’ex portiere viola Sebastien Frey. Tra le varie tematiche affrontate, Frey ha parlato anche del futuro che verrà in casa viola:

“Mi sono fatto vaccinare nella speranza di poterci muovere di nuovo. Entrato come membro dell’Associazione Glorie Viola? Mi è stato chiesto direttamente dal nostro presidente e quando Moreno chiede qualcosa difficilmente si può dire di no. Due sere fa abbiamo fatto un’assemblea ed oggi è partito il progetto. Stiamo vedendo come fare per organizzare una partita fra vecchie glorie, ovviamente la organizzeremo al Franchi. Senso d’appartenenza perso negli anni? E’ venuto a mancare perché non c’è né il tempo e né i presupposti. Tanti cambiamenti e molta confusione c’è stata negli ultimi anni. Con Commisso si può ricreare un ciclo. Ma non vuol dire che torneremo a vincere, ma bisogna far sì che la gente torni innamorata allo stadio: una forza per la città di Firenze e la Fiorentina. Ho sempre detto che abbiamo giocato in dodici uomini al Franchi. Gattuso? Rino è un amico, primo. E’ stato un grande calciatore, secondo. Lui ha sempre dimostrato al Milan senso d’appartenenza da giocatore. E sono sicuro che attraverso il suo carisma ed il suo carattere trasmetterà ai suoi giocatori il giusto senso d’appartenenza. Rivoluzione in questo mercato? Non credo, per il momento storico che stiamo vivendo. Economicamente le squadre sono molto ridotte. Mi aspetto segnali importanti, invece, come la riconferma di alcuni giocatori. Rino avrà un progetto che avrà bisogno, poi, di qualcun altro in più in rosa. Ribery? Per continuare il matrimonio ci vogliono i presupposti, che entrambi lo vogliano. Franck penso lo voglia, ama la città, rispetta la piazza e la tifoseria. Credo ci siano i presupposti per continuare. Io allenatore? Sicuramente potrei fare il preparatore dei portieri, ma oggi non ne ho voglia. Bisogna essere motivati e cominciare a studiare. Ora ho tanti progetti e non avrei la testa. Le cose o le fai bene o non le fai. Toni? Ci siamo visti alcuni giorni fa. E’ super carico, ha tutti i diploma per fare questo mestiere, gli auguro di potere crescere il prima possibile. Lo vedo bene in panchina uno come lui, a suo modo ha carisma”

1 commento

  1. : a pescindere che Ribery deve rinnovare il contratto anche il prossimo campionato, giocatore ancora valido per un tempo. di conseguenza nell’arco di un campionato in una rosa-calcistica in se, serve ancora. sono altri i giocatori che devano andare via no lui. Gattuso ? ottimo motivatore di giocatori, ma di calciomercato non ci capisce nulla. vendere Dragowski per comprare il porteire del Napoli David Ospina oppure Cragno, per fare cosa ? la Fiorentina non ha problemi di portieri, ma di altro. oltretutto preferisco Dragowski. stiamo facendo come i gamberi come sempre, si vede quelli un po meglio per comprare quelli peggio. la rosa-calcistica a Napoli la costruita De-Laurentis no Gattuso. quando Gattuso arrivò a Napoli l’anno scorso, era già tutto apparecchiato da anni. attenzione. senza un ottima difesa e buon portiere, affondare in cinque minuti è un attimo. ancora attenzione :

Invia il tuo commento