Home / Esclusive / ESCLUSIVA F1, Umberto Smaila: “Io legato ai Della Valle, ma Commisso ha cambiato l’aria. Chiesa? A Suso lascerebbe 80 metri di scarto”

ESCLUSIVA F1, Umberto Smaila: “Io legato ai Della Valle, ma Commisso ha cambiato l’aria. Chiesa? A Suso lascerebbe 80 metri di scarto”

Prima vittoria centrata per la Fiorentina di Montella, adesso il mirino è spostato sul Milan di Giampaolo, obbligato a cercare i tre punti dopo la terza sconfitta in campionato. In presentazione al big match di domenica sera a San Siro, abbiamo raccolto opinioni ed idee di un grandissimo cuore rossonero come Umberto Smaila. Il noto showman di Colpo Grosso, nonché componente degli storici Gatti di Vicolo Miracoli a partire dagli anni ’70 ha giocato per noi Milan-Fiorentina. Ecco l’intervista esclusiva di FiorentinaUno al noto attore e musicista:

SU GIAMPAOLO…

“Credo che Gattuso in questi periodo se la stia ridendo, la sua era una squadra con limiti tecnici ma riconoscibile dall’anima. Siamo arrivati a pochi minuti dalla Champions la scorsa stagione, quest’anno sembriamo aver perso anche lo spirito combattivo. Ci sono allenatori grintosi che saltano davanti alla panchina come cavallette, penso a Conte e Simeone. Poi esistono i signori pacati che restano impassibili davanti alla panchina, Giampaolo fa parte di quelli. Mi ricorda il Montella che allenava il Milan”.

SULLA SFIDA DI IERI CONTRO IL TORO…

“Credo che prendere 2 reti in così pochi minuti come successo ieri sera dimostri la fragilità della squadra. Mi sembra che nella difesa del Milan si entri come il coltello nel burro. La situazione rischia di farsi ancora più complicata perché domenica abbiamo un’altra gara difficilissima”.

SULLA FIORENTINA…

“E’ una squadra bella da vedere, hanno entusiasmo e raccolto meno di quanto meritassero. E’ anche una squadra che corre, a differenza della nostra. Se facessero per esempio una gara di 100 metri Chiesa e Suso, quando Federico taglia il traguardo il nostro ha fatto 20 metri. Questa è un po’ la differenza che ci può essere”

SU COMMISSO E DELLA VALLE…

“Un mio vecchio amico diceva: “Scopa nuova scopa bene”. Si respira un’aria nuova a Firenze con Commisso, si capisce. Io però sono anche un grande amico dei Della Valle, hanno una casa a Sharm e spesso mi venivano a sentire suonare, con Diego facciamo spesso delle belle chiacchierate”.

SUI PROGETTI FUTURI…

“Dal 2 ottobre uscirà sulla piattaforma Chili il film dei Gatti di Vicolo Miracoli, “Odissea nell’ospizio”, che verrà anticipato in anteprima il giorno precedente a Milano. Poi mi dedicherò a rimasterizzare delle mie vecchie canzoni in modo da farle arrivare a chi ancora non sono arrivate”.

SU DONNARUMMA…

“La sua reputazione credo che stia campando di rendita dopo la prima stupenda stagione che lo ha collocato sotto i riflettori. Oggi il dubbio amletico è quello di capire se sia un portiere normale o abbia ancora caratteristiche fuori dal comune. L’altra sera ho visto Joronen del Brescia parare di tutto alla Juve, poi penso al nostro portiere ed i dubbi aumentano”.

SU RIBERY…

“E’ un grande campione, mi chiedo perché non l’abbia preso il mio Milan…”

SU MILAN-FIORENTINA DI DOMENICA…

“Potrà essere una gara intrigante, mi dispiace per i tifosi fiorentini ma devo dire che vince il Milan: abbiamo bisogno per forza dei tre punti”.

 

 

Articolo di Vincenzo Pennisi

 

 

Leggi Anche

POSTPARTITA, Ayè: “Dispiace per la mia rete annullata. L’infortunio di Dessena ha influito”

L’attaccante del Brescia Ayè ha parlato a Sky nel postpartita: “Spiace per il gol annullato …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *