Home / Esclusive / ESCLUSIVA F1, Luciana Pedio (Delegata Calcio Femminile): “Le società sportive svolgono una funzione sociale. Commisso? Servono passi avanti concreti. Domani…”
Luciana Pedio, LND Femminile. Foto da LND Toscana
Luciana Pedio, LND Femminile. Foto da LND Toscana

ESCLUSIVA F1, Luciana Pedio (Delegata Calcio Femminile): “Le società sportive svolgono una funzione sociale. Commisso? Servono passi avanti concreti. Domani…”

Una riflessione a 360° sul calcio femminile, sulle sue prospettive, sulla sfida di domani tra Fiorentina e Juventus.

Parla con tanta esperienza di calcio alle spalle. Parla con la contezza di chi ha visto e vissuto tante storie di calcio. Dispensa consigli. Predica calma perché i risultati arrivano con il lavoro di ogni giorno e non con gli annunci reboanti. Luciana Pedio, delegata del calcio femminile per la Lega Nazionale Dilettanti è stata intervistata da FiorentinaUno.

Un po’ di dati. Quante sono le squadre femminili in Toscana? “Quattro giocano in Serie C, dieci in Eccellenza, undici in Promozione, sette in Juniores, di cui una emiliana perché in Emilia non hanno la divisione”.

Un bilancio sui mandati all’interno della LND. “Quando entrai c’erano circa 12 squadre, nelle quali giocavano ragazze dai 15 ai 40 anni. Quello era il calcio femminile, che era una federazione autonoma poi assorbita dalla FIGC. Insieme al presidente della Lega Nazionale Dilettanti della Toscana stiamo lavorando bene. Mangini mi segue molto ed è sempre presente. Un ringraziamento anche a tutti i volontari che, in Toscana come nelle altre regioni, rendono possibile tutto questo”.

Il calcio femminile rimane nel dilettantismo. “Il giorno in cui ci sarà il professionismo si perderà qualcosa, soprattutto dal punto di vista dei valori. Una penalizzazione rispetto agli altri Paesi? Da alcuni anni ci sono tanti professionisti anche nei nostri campionati e non solo in squadre come la Fiorentina e la Juventus, squadre che sono state – per così dire – le scopritrici del calcio femminile, anche se non amo questo termine. Preferisco parlare di calcio, pur con le differenze che ci sono. Uno dei problemi è che non c’è ancora da parte delle società la capacità di pagare stipendi che in altri paesi sono la norma”.

Pradè ha dichiarato di volersi aprire alle asd. “Si tratta di un’ottima notizia per noi. Le società sportive svolgono una funzione sociale sempre più decisiva nella crescita e nella maturazione dei ragazzi. Le asd (associazioni sportive dilettantistiche ndr) e le scuole calcio sono un punto di riferimento nella vita dei ragazzi e delle ragazze. I giovani oggi sono soli, gli mancano le relazioni sociali. Con noi sono al sicuro. Da donna e da mamma sto molto attenta alle nostre ragazze. In fin dei conti siamo come una famiglia e se ci sono problemi ne parliamo”.

Il ciclone Commisso può essere benefico per il calcio femminile? “Ho visto tante meteore nel calcio. Anche grandi imprenditori che però non hanno sfondato. Le potenzialità ci sono ma facciamo un passo alla volta, anche se l’entusiasmo fa sempre bene ma servono i risultati concreti”.

Leggi la precedente intervista di Luciana Pedio.

Il Franchi potrebbe ospitare le partite delle Women’s? “Al momento non ci sarebbe mai il pieno. Per adesso, per i numeri attuali, lo stadio Bozzi è perfetto. Gli impianti – vediamo anche le vicissitudini del nuovo stadio – sono il tasto dolente di tutto il movimento calcio italiano. Non solo delle donne quindi. Di recente abbiamo avuto anche un incontro con l’assessore regionale allo sport Saccardi nel quale abbiamo esposto problemi e proposte visto che noi viviamo il calcio di base”.

Un pensiero sulla sfida di domani. “Mi auguro che sia una festa per il calcio. Un grande in bocca al lupo da parte mia e da parte di tutti i collaboratori del calcio femminile in Toscana”.

Articolo di Lorenzo Somigli.

Leggi Anche

FOTO-Fiorentina vs Cittadella, vicini al soldout

Vicini al soldout per il match di Coppa Italia tra Fiorentina e Cittadella. Lo annuncia ACF Fiorentina …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *