Home / Esclusive / ESCLUSIVA F1, “Domani gioco contro il Napoli”. Castrovilli, il nuovo idolo di Firenze raccontato dal cugino Domenico. “E la standing ovation con la Juve lo ha stregato”

ESCLUSIVA F1, “Domani gioco contro il Napoli”. Castrovilli, il nuovo idolo di Firenze raccontato dal cugino Domenico. “E la standing ovation con la Juve lo ha stregato”

Dopo l’ottima prova contro la Juventus si può iniziare a parlare di crescita per la nuova Fiorentina di Montella e Commisso. Nonostante in queste prime tre partite i punti si possano contare al massimo su un pollice c’è qualche motivo per incominciare a trasformare la prima amarezza in un sorriso. Uno di questi è un ragazzo che dopo questi primi impegni è già sulla bocca di tutti, a Firenze e non solo: Gaetano Castrovilli. Sono in tanti a chiedersi come sia possibile non aver notato prima le qualità di un giocatore comunque molto giovane (classe ’97) ma che già sta facendo brillare gli occhi a tanti. L’impressione è che l’esperienza biennale di Cremona unita al coraggio dell’Aeroplanino di lanciare il giovane titolare abbia ripagato alla grande. Per cercare di capire più a fondo cosa c’è dietro ad un calciatore che con forza di volontà e tanta classe si è guadagnato la maglia Viola ed un posto sotto le luci della ribalta, abbiamo intervistato in esclusiva il cugino Domenico che ci ha svelato cosa c’è alle origini del trascinatore della Fiorentina in queste prime uscite stagionali:

SUL PERIODO D’ORO DI CASTROVILLI..

“E’ sempre stato un ragazzo fortemente motivato, si trova in una bellissima piazza come Firenze ed è estremamente felice per questo periodo che gli sta regalando molte soddisfazioni dal punto di vista personale. Però al tempo stesso sa che dovrà rimanere con i piedi ben saldi a terra e continuare a lavorare sodo”.

SULLE SODDISFAZIONI CHE STA REGALANDO…

“Sono convinto che continuerà a regalarci sorrisi, sicuramente non si fermerà qui ma sia la nostra famiglia che i tifosi avranno modo di godersi ancora le sue qualità. Questo è solo l’inizio”.

SUL LORO RAPPORTO…

“Siamo sempre stati molto uniti, lo conosco bene e di famiglia siamo tutti stretti come un pugno. Tra di noi c’è molta fiducia ed insieme abbiamo vissuto molte esperienze. Giocavamo insieme per le strade del nostro paese, oggi invece va in campo con i campioni. Anche di questi tempi ci divertiamo con poco e per essere felici ci basta fare due chiacchiere sugli scalini. Arriviamo entrambi da famiglie umili, così diventa più facile dare valore ai cari ed alle piccole cose”.

SUL CASTROVILLI UOMO…

“Gaetano è un ragazzo pieno di valori, mette sempre il cuore in quello che fa. E vi assicuro che quando ha dato l’anima in situazioni extracalcistiche ha sempre fatto grandi cose. Questo suo modo di fare ho tenuto a ricordarglielo prima della partita contro la Juve”.

COME MI HA COMUNICATO IL SUO DEBUTTO IN SERIE A…

“Prima della partita contro il Napoli abbiamo fatto una videochiamata come da nostra abitudine, era felice perché sapeva già che avrebbe giocato. Mi ha detto che era carico e non sentiva la pressione, però l’emozione c’era”.

DOPO LA PARTITA CONTRO LA JUVENTUS…

“Mi ha confessato di essere rimasto estremamente colpito dalla standing ovation del Franchi, non se l’aspettava. Anche in quel caso l’emozione è stata tanta”.

 

 

Articolo di Vincenzo Pennisi

Leggi Anche

POSTPARTITA, Sottil: “Montella ci insegna calcio. Do il massimo per metterlo in difficoltà”

Al termine della partita pareggiata contro il Brescia, ha parlato per la Fiorentina l’esterno d’attacco, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *