Home / Esclusive / ESCLUSIVA F1, Dietro la porta, prima parte. Un nuovo lupo nel Branco(lini) viola, il portiere della Primavera attraversato dal fratello Francesco: “Federico cuore d’oro ed il sogno chiamato Fiorentina…”

ESCLUSIVA F1, Dietro la porta, prima parte. Un nuovo lupo nel Branco(lini) viola, il portiere della Primavera attraversato dal fratello Francesco: “Federico cuore d’oro ed il sogno chiamato Fiorentina…”

In una stagione che ormai ha ben poco da chiedere, se non altro la salvezza della faccia, iniziamo a buttare un occhio nella squadra che qualche sorriso ha provato a regalarlo, la Primavera di Bigica. Il bel gruppo costruito dall’ex calciatore unito al soddisfacente lavoro maturato nelle giovanili ha fatto sì che i ragazzi viola si differenziassero per risultati dalla prima squadra. Non c’è squadra forte se non ben costruita in tutti i reparti, partendo dalla porta. Proprio per questo abbiamo provato a capire cose c’è dietro un prospetto pronto a regalare sorrisi, sia nel mestiere che magari proprio alla società gigliata. Federico Brancolini è una grande speranza per gli addetti ai lavori, il suo nome ha iniziato a comparire nelle liste dei convocati nella squadra maggiore ed è nel giro delle Nazionali giovanili da diversi mesi. Negli ultimi giorni ha raccolto un ulteriore convocazione con gli Azzurri U18, oltre ad un ennesimo posto nella lista di Montella. “Quando Federico ci ha detto della sua prima convocazione tra i grandi è stato il raggiungimento di un sogno per entrambi” – racconta il fratello Francesco in esclusiva a FiorentinaUno. 

Sull’approdo a Firenze…

“Arrivare in una piazza come Firenze è stato incredibile, non è una cosa da tutti. Stiamo vivendo tutti questo sogno, uno di quelli che culli la sera prima di addormentarti, magari dopo aver terminato la partita al parchetto con gli amici. Eppure non è stato tutto semplice,  Federico è andato via da casa molto giovane, capitava di sentirlo piangere al telefono perché aveva nostalgia di casa, come capita a tanti ragazzi di quell’età. Il primo anno ha avuto qualche difficoltà in più, è stata un po’ questione di abitudine – ci svela Francesco.

Su Federico fuori dal campo…

Fede è un bravissimo ragazzo, generoso, attento al prossimo, è un cuore d’oro. Il suo trasferimento a Firenze non ha cambiato la sua bontà, resta sempre la persona diplomatica e decisa che è sempre stato.”

Il giovane portiere viola classe 2001 è originario di Modena, anche se la sua vita ormai è nel capoluogo toscano. “Quando ha qualche giorno libero però torna a casa e passiamo tutto il tempo disponibile insieme. Abbiamo la passione della pesca, ci andiamo insieme oppure ci rilassiamo al lago in montagna – prosegue a raccontarci Francesco – nel caso io fossi a lavoro resta a farmi compagnia nel negozio con nonno e papà. Nel caso avesse la domenica libera la passiamo a casa dei nonni a mangiare tutti insieme i tortellini”.

Sul rapporto tra fratelli Brancolini…

“Come si nota anche dai social siamo molto legati, abbiamo un rapporto forte da fratelli veri, ci aiutiamo e proteggiamo sempre nei momenti del bisogno. Tra di noi parliamo molto e lo facciamo senza filtri, raramente litighiamo, non credo gli convenga molto visto che le poche volte in cui è successo è sempre finito per prenderle…” Anche il Brancolini maggiore indossa i guantoni: “Ho fatto le giovanili nel Modena e nel Bologna, adesso gioco in Eccellenza. Mio fratello spesso mi dà consigli utilissimi, l’estate spesso ci capita di allenarci insieme e nel mio piccolo provo a far bagaglio dei suoi suggerimenti. D’altronde quello che deve imparare dall’altro sono io”.

Il futuro, in particolare per calciatori così giovani, è spesso un’incognita, Francesco però è chiaro: “Non si può sapere quello che verrà, Federico deve solo continuare a lavorare duramente e migliorarsi giorno per giorno, solo con i sacrifici potrà continuare questa vita privilegiata e fare ulteriori passi in avanti. Mi dice sempre che è circondato da grandi persone e calciatori, dunque ha solo da imparare.” Il passo per far diventare il futuro da roseo a viola potrebbe essere, così facendo, più breve del previsto…

 

 

Articolo di Vincenzo Pennisi

 

 

 

Leggi Anche

FOCUS LIVE, Mertens cade in area. Massa indica il dischetto

Serie di rimpalli in area di rigore della Fiorentina. Palla che passa a Mertens che …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *