NATALE CON I TUOI, PASQUA CON…

“Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi!”, cita un famoso detto che, ahimè, non si ripeterà almeno per quest’anno. La Pasqua al tempo del coronavirus sarà da passare chiusi in casa, i più fortunati insieme ai propri familiari o coniugi, ma ci sarà anche chi la passerà da solo e chi, invece, lavorerà. Su tutti medici e infermieri, quelle persone  a cui Rocco Commisso ha deciso di fare un regalo speciale in occasione di questa Pasqua anormale. Attraverso una donazione che si è moltiplicata incentivandone altre, negli ospedali di Firenze arriveranno oltre 5.000 uova e saranno consegnate agli eroi di questa situazione senza precedenti.
Da oggi inizierà anche  Il “piano straordinario di controllo” per le festività pasquali, approvato dal Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica; un massiccio dispiegamento di forze di polizia disposto per garantire il pieno rispetto delle disposizioni adottate per il contenimento del contagio. La parola d’ordine resta isolamento. Non c’è da rischiare, c’è anzi bisogno di bene comune e di fratellanza verso il prossimo.
Sulla scia del Tycon Viola si unisce il capitano German Pezzella, un messaggio forte quello espresso a Olé TV: “Sono stato il primo argentino ad aver contratto il virus. Mi chiedevo come avessi fatto se uno di quei giorni mi fossi svegliato senza riuscire a respirare… in questo periodo ho capito che in un attimo può cambiare tutto. Se due anni fa rimasi devastato per un mese dalla mia non-convocazione al Mondiale, ora il mio punto di vista è cambiato…”.
A partire da oggi ci sarà un rafforzamento generale delle severe misure di controllo, un deterrente per i più scapestrati, incoscienti che, sulla spinta della festa e della bella stagione, potrebbero avventurarsi in “scampagnate fuori dalle regole”. Per loro ci saranno i droni a svolazzare sulla città. Oltre a polizia, carabinieri, finanzieri e vigili urbani, infatti, il piano prevederà anche la sperimentazione di due droni della polizia municipale per il controllo di alcune zone, in particolare i lungarni e i parchi dell’Anconella e dell’Argingrosso. Dunque “Natale con i tuoi e Pasqua a casa”… per quest’anno non esiste regola e regalo migliore.

Invia il tuo commento