DOPPIO EX, Della Rocca: “Amrabat? Non tutte le colpe sono sue, a Verona era diverso…”


E’ intervenuto ai microfoni di Lady Radio il doppio ex di Bologna e Fiorentina Francesco Della Rocca. Tra le varie tematiche, l’ex centrocampista ha commentato l’attuale momento di entrambe le squadre, con un focus particolare su Sofyan Amrabat:

Bologna-Fiorentina? Sarà una partita molto delicata, specie per la Fiorentina vista la classifica. Ma non è stato un bene il risultato di Bergamo del Bologna per i viola. Perché prendere 5 gol, so per certo, a Mihajlovic non sarà affatto piaciuto ed avrà caricato i suoi. La Fiorentina viene d’altronde da ottimi risultati. Dal ritorno di Iachini in fase difensiva la Fiorentina è migliorata. Stagione della Fiorentina? Sicuramente il mercato è stato fatto non bene secondo me, non assecondando scelte dell’allenatore. Tanti giocatori non si sposavano bene con il modulo dell’allenatore, tanti doppioni o giocatori a fine carriera. Si sperava che la Fiorentina facesse un campionato diverso. Iachini aveva bisogno di tempo all’inizio secondo me, anche se il suo gioco non è spumeggiante. Io l’ho avuto a Palermo, a Siena ed al Brescia. Lo conosco abbastanza bene, dunque. Amrabat? Posso dire che l’anno scorso è stato uno di quei giocatori che aveva stupito maggiormente. Pensavo potesse ripetersi. Ma il sistema di gioco in cui veniva impiegato nel Verona era totalmente diverso, come le richieste dell’allenatore dell’epoca. Non è un play secondo me, anche se può adattarsi. Ma al Verona le sue qualità migliori si sono viste in un altro ruolo. Le qualità le ha, ma bisogna capire anche cosa gli chiede l’allenatore. Non gli darei tutte le colpe a Amrabat, ecco. Vlahovic-Palacio? Dall’inizio dell’anno si vede la mancanza di un vero attaccante al Bologna. Palacio fa un grande lavoro per la squadra, ma non è un finalizzatore. Barrow anche non è una vera e propria prima punta, più una seconda punta a cui piace partire largo. La prima cosa che cercheranno di fare sarà prendere una vera punta. Vlahovic credo sia esploso definitivamente. E’ cresciuto sotto tutti i punti di vista, fisico, tecnico, personalità. La Fiorentina ha un attaccante di primissimo livello, vista l’età. Lotta salvezza? Il Cagliari ha fatto tre vittorie consecutive, hanno morale e rosa migliore attualmente. Lo Spezia ha fatto un ottimo calcio in generale, quindi credo che la terza a retrocedere potrebbe essere il Benevento. E’ la squadra che vedo più in difficoltà. La Fiorentina, nonostante il piccolo divario, credo possa salvarsi tranquillamente”

Invia il tuo commento