Home / blu / Da bianconeri a bianconeri: La Viola prende forma. Contro l’Udinese per non perdere i frutti

Da bianconeri a bianconeri: La Viola prende forma. Contro l’Udinese per non perdere i frutti

Da bianconero a bianconero, la Fiorentina di Vincenzo Montella comincia a prendere forma. Se la sconfitta contro il Genoa alla seconda di campionato aveva lasciato i viola pieni di dubbi, con poche certezze e una immensa pressione addosso, dal pareggio contro la Juventus in poi i gigliati di Vincenzo Montella ha mostrato una lenta ma costante crescita.

Ora, dopo la ventata di entusiasmo portata dalla vittoria di San Siro contro il Milan, la Fiorentina inizia finalmente a vedere i tanto attesi frutti della rivoluzione estiva.
E’ certamente ancora troppo presto per vedere se e quanto questi frutti saranno buoni, ma nelle ultime quattro giornate i viola8 hanno ottenuto altrettanti risultati utili (pareggio contro Juventus e Atalanta, vittoria contro Sampdoria e Fiorentina), fatto respirare una classifica che dopo quattro giornate la vedeva ferma a due punti e ora recita 8, hanno ritrovato serenità e qualche certezza – ingredienti indispensabili per lavorare in una piazza esigente come Firenze  –  ma soprattutto ha iniziato a fare intravedere la propria identità.

La Fiorentina prende forma, si diceva. Lo fa con una proprietà che mostra nel bene o nel male di volerci mettere la faccia, lo fa con Montella che dopo le difficoltà iniziali sembra aver trovato nel modulo 352 la ricetta giusta per la risalita. Lo fa con un gioco che sembra improntarsi verso intensità, velocità e possesso palla

Lo fa, inutile dirlo, soprattutto grazie ai calciatori, con alcune sorprese e qualche conferma. Lo fa con un Federico Chiesa che è tornato a respirare viola e a riprendere il mano la Fiorentina dopo le sirene di mercato estive. Lo fa perchè avere un Franck Ribery in condizione la differenza la fa, eccome. Lo fa grazie a Gaetano Castrovilli, la vera rivelazione di questo avvio di stagione. La convocazione in nazionale maggiore ancora non è arrivata, ma il giovane centrocampista pugliese si consolerà presto con un rinnovo con la Fiorentina che appare sempre più vicino.

Da bianconero a bianconero, dicevamo. Perché la risalita iniziata contro la Juventus ha nella gara contro l’Udinese la sua prossima tappa. Se un calendario difficile ha penalizzato l’avvio dei viola, la gara contro i friulani è la prima di un ciclo di incontri che sulla carta potrebbe portare alla Fiorentina una discreta quantità di punti. E proprio questa è la insidia maggiore. L’euforia per vittoria di prestigio e una classifica più  tranquilla, si sa, ci mettono poco ad esaurirsi. I frutti si sono visti, adesso i tifosi aspettano di capire di che cosa sono fatti. 

 

Leggi Anche

POSTPARTITA, Ayè: “Dispiace per la mia rete annullata. L’infortunio di Dessena ha influito”

L’attaccante del Brescia Ayè ha parlato a Sky nel postpartita: “Spiace per il gol annullato …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *