TORNA ALLA PAGINA PRECEDENTE


CONFERENZA IACHINI, “La società voleva fare ancora di più sul mercato. Igor domani potrebbe giocare, vogliamo l’impresa”

SUL MERCATO…

“La società avrebbe voluto fare anche di più, il mercato può portare anche rinunce o situazioni non semplici. Abbiamo lavorato in ottica futuro con operazioni come Amrabat e Kouamè, alcuni giocatori sono andati a fare esperienza, ma sono contento del fatto che la società volesse fare altro ancora per l’immediato. Adesso facciamo adattare i nuovi e pensiamo al campo”.

SULLA PARTITA CON LA JUVE…

“Dire che siamo in emergenza è poco, sarà una gara dispendiosa sotto tutti i punti di vista, dovremo essere organizzati, con coraggio e personalità, ma andremo a fare la nostra partita”

SULLA SODDISFAZIONE DOPO IL MERCATO…

“Non è questione di lamentele, anzi, penso ad avvalorare ancora di più quello che voleva fare questa società, vuole il bene della Fiorentina e che diventi sempre più competitiva. Alcune situazioni non hanno permesso altri arrivi che invece la società avrebbe voluto”

SUGLI JUVE-FIORENTINA DA GIOCATORE…

“Beh, ne abbiamo fatte tante. Con Baggio a e da marcare. E’ sempre un appuntamento per Firenze, al quale si tiene molto. Dovremo fare una gara di alto livello”.

SULLE PAROLE DI DRAGOWSKI…

“Io dai miei ragazzi pretendo tanto, sulle situazioni che si sviluppano in partita, nello sbagliare meno, sul palleggio, sull’attenzione. La nostra idea è quella di fare sempre partite importanti su tutti i campi, la crescita si vede ma abbiamo bisogno di lavorare visto che siamo insieme da un mese. Questi ragazzi stanno rispondendo bene ed io pretendo ancora di più, non sono un mostro ma voglio che i ragazzi non mollino mai ed abbiano sempre voglia di segnare e vincere. C’ è strada da fare insieme”.

SU IGOR E DUNCAN…

“Igor è un difensore di piede mancino, duttile e con lui lavoreremo. Ha piede e corsa, sa palleggiare. C’è la possibilità che giochi già domani vista l’emergenza. Duncan dovrà riprendersi da dei problemi fisici ma ci farà comodo, ha dinamismo e buona tecnica di base”

SUGLI EPISODI ARBITRALI…

“Siamo stati un po’ sfortunati in particolare a Milano, ci manca un rigore e poteva cambiare il nostro destino visto che potevamo andare in vantaggio. E’ un periodo che gira così, speriamo di essere più fortunati”.

SU DYBALA…

“Con me ha vissuto la stagione dell’esplosione, è un ragazzo d’oro ed oggi è un calciatore maturo, quando l’ho allenato io andava ancora ben collocato in campo. E’ uno degli attaccanti più forti al mondo, va tenuto ben in considerazione domani”

COSA SERVE PER BATTERE LA JUVE…

“Hanno portato a casa trofei importanti, ma una partita è una partita e va giocata. Ci sarebbe piaciuto come gruppo affrontarla tra un mese quando saremmo stati tutti più pronti, però questo ci ha dato il calendario e cercheremo l’impresa. Domani voglio una squadra matura e di personalità, senza paura e dovremo giocare a petto in fuori “.

SU CASTROVILLI…

Risponde il responsabile comunicazione Alessandro Ferrari: “Gaetano ha fatto una visita a Roma come prevede il protocollo in questi casi: sta bene e da lunedì tornerà in gruppo”.

SU SARRI…

“Sarri è uno preparato che organizza le sue squadre, sarà contento di guidare certi campioni. Con alcuni giocatori la palla canta, anche se la sua squadra ha ancora margini di miglioramento e avrà bisogno di tempo. Sta facendo un grande lavoro”

SUL CENTROCAMPO…

” Devo pensare cosa fare se dovessi avere qualche affaticamento in più, non dimentichiamo che stiamo giocando tre partite alla settimana. Dovrò verificare i recuperi, ho ancora la seduta di oggi e la nottata e poi farò il punto con lo staff medico. Sceglierò in base alla prima, seconda e terza partita”

SU BATISTUTA…

“Abbiamo passati anni belli con questa gli auguro di trovare il suo posto nel calcio anche adesso, è stato un grande campione ed è un grande uomo. Gli faccio tanti auguri per il compleanno e per la guarigione”.

SU COME SI FERMA CR7…

“Giocando una partita perfetta, come fatto a Milano, anche se dovevamo fare meglio in fase di possesso. Con l’Inter ci è mancato solo questo per fare una partita come quella di Napoli. Limitare del tutto Ronaldo è difficile perché i grandi campioni sanno tirare fuori la giocata del grande fuoriclasse”

SULLE ASPETTATIVE DAL MERCATO…

“Ogni allenatore fa le sue valutazioni, ma come dicevo prima la società avrebbe voluto fare anche qualcosa in più. E questo mi basta per capire che ha seguito la linea dell’allenatore. I ragazzi che sono arrivati sono tutti di mio gradimento, ho dato subito un giudizio positivo su tutti”.

SU VLAHOVIC…

“A Milano ha avuto l’occasione per segnare. Le scelte di adesso sono legate anche ai recuperi, tra qualche mese avrà delle letture di gioco diverse, sarà più maturo come i suoi compagni. Sono ragazzi e ha volte sparano le energie”.

 

Invia il tuo commento