CONFERENZA IACHINI, “Fiducioso, siamo in miglioramento, contro la Samp andiamo per fare punti. Var a chiamata? Ecco cosa penso”

Conferenza stampa di mister Iachini alla vigilia della sfida contro la Sampdoria. Diversi gli argomenti trattati dal tecnico viola all’alba dei suoi primi 40 giorni alla guida della Fiorentina. Queste le sue parole: “La squadra? Prima tocco un altro argomento: siccome sento un po’ di scoramento e di sfiducia, dobbiamo guardare il bicchiere mezzo pieno. Per il lavoro che stiamo facendo, io son qui da 40 giorni, ho visto solo crescere questo gruppo. E siamo anche stati penalizzati sotto certi aspetti… Abbiamo grandi margini di miglioramento. Per tre settimane abbiamo avuto tre partite a settimana. Dobbiamo migliorare nella qualità del gioco, come era prevedibile finora siamo andati un po’ a ondate. Da Beppe in 40 giorni però non possiamo pretendere quello che da altre parti fanno in quattro mesi. Sono contento, stiamo recuperando tanti giocatori dal punto di vista fisico e mentali, su tutti Federico Chiesa. Sono situazioni di crescita. Duncan lo stiamo recuperato, è convocato e può scendere in campo. Badelj e Caceres stanno bene, stiamo recuperando tanti ragazzi”.

Su Ranieri e la Sampdoria: 

“Ranieri? Sicuramente, è un maestro per me. Lo considero un grandissimo allenatore, domani lo ritrovo con piacere. In passato abbiamo lavorato insieme, sono stato il suo capitano. Se ti ha dato dei gradi, vuol dire che ti riconosceva certe doti. Fa uno strano effetto ritrovarlo da allenatore. C’è grande stima, io cercherò di fare il meglio con la mia squadra. La differenza tra le nostre due squadre? La Fiorentina ha cambiato proprietà in estate, c’è una situazione precisa: il nuovo percorso sta iniziando adesso, attraverso delle fasi di mercato che si sono sviluppate in questi mesi. È chiaro che c’è bisogno di tempo. La situazione della Sampdoria è diversa: c’è la stessa proprietà, lo stesso gruppo di calciatori. Da parte nostra c’è grande attenzione alla partita, ogni gara è fondamentale per fare punti. Rispettiamo molto l’avversario, la Sampdoria ha un grandissimo attacco: servirà una grande partita dal punto di vista tattico e dell’organizzazione difensiva, ed allo stesso tempo dobbiamo migliorare le giocate palla al piede per costruire situazione importanti in fase d’attacco. Non possiamo andare a giocare con la Sampdoria pensando di giocare solo la fase di non possesso. Non c’è preoccupazione: dobbiamo pensare gara dopo gara, sto cercando di tenere la squadra concentrata. Dobbiamo migliorare certi aspetti, dobbiamo affrontare le squadre con la giusta personalità, cercando di far punti”.

Sul possibile impiego dei giocatori recuperati: 

“Noi stiamo portando avanti un percorso di lavoro. Quando costruisci una casa parti dalle fondamenta, la squadra aveva bisogno di certezze. Quando ci sono stati dei cambiamenti, non sempre le risposte sono state adeguate. Per farlo servono certezze, ci stiamo lavorando. Ogni giocatore deve essere equilibrato e deve dare delle risposte in entrambe le fasi. A volte abbiamo cambiato in corso, ma quando lo abbiamo fatto abbiamo subito diversi gol. Guardo con equilibrio il mio lavoro. Il bicchiere è mezzo pieno, i ragazzi sono cresciuti, abbiamo margini per costruire qualcosa importante. Per fare un esempio, ho letto un’intervista a Leonardo Bonucci che ha spiegato che dopo 7 mesi e mezzo con Sarri devono capire bene alcune cose del mister. Figuriamoci noi con 40 giorni di lavoro. Ma questo non deve essere un alibi. Dobbiamo velocizzare, i giocatori devono capire quello che voglio io”. Infine, mister Iachini ha voluto dare la sua opinione sul Var a chiamata, la cosiddetta ‘Challenge’: “È una cosa che mi può star bene, ma ognuno deve fare bene il suo lavoro. Sono nate delle polemiche in più perché ci sono delle regole non chiare che portano confusione. Ci sono delle persone pagate per questo, c’è la tecnologia: basta osservare le regole, se c’è la VAR va usata. Se l’arbitro non va al VAR a rivedere l’episodio, scatta qualcosa anche a livello mentale perché resta il dubbio”.

 

Invia il tuo commento