Home / News / COMMISSO: “Stadio indispensabile per avere giocatori di livello. Voglio lasciare qualcosa che resti a Firenze per sempre”

COMMISSO: “Stadio indispensabile per avere giocatori di livello. Voglio lasciare qualcosa che resti a Firenze per sempre”

Il presidente Commisso ha rilasciato al portale offthepitch una lunga intervista sul tema delle infrastrutture. Queste le sue parole: “L’Inghilterra ha fatto un lavoro meraviglioso in termini di infrastrutture, e i numeri lo mostrano. Sin dall’inizio ho capito il lavoro che andava fatto per rendere il calcio italiano di successo come lo era 30 anni fa. Non è rimasto al passo con i tempi, e noi dobbiamo riportare le infrastrutture nel 21esimo secolo. Per questo motivo dal primo giorno in cui sono arrivato a Firenze ho detto che voglio velocizzare la costruzione del nuovo stadio e facilitare lo sviluppo del calcio italiano in generale. Sfortunatamente i progressi sino ad ora sono stati lenti.”. Il patron ha ribadito le difficoltà legate alla burocrazia italiana. “Quando qualcosa è classificato come monumento, come nel caso dell’Artemio Franchi, devi avere a che fare con le leggi sui monumenti e le persone responsabili dell’eredità culturale italiana, cosa che rende impossibile costruire un nuovo stadio. “Il presidente ha poi sottollineato l’importanza di raggiungere questo traguardo. “Nel 2008/2009 la Fiorentina è stata vicina alle prime 20 squadre in Europa in termini di affari che si aggirava intorno a circa €100 milioni. E guarda dove siamo ora. Siamo arretrati a 94 con gli altri che sono arrivati da circa 220 a 464 milioni, più del doppio. Guarda alla crescita di Manchester City, Atletico Madrid e Tottenham negli ultimi 10 anni. Per competere con loro servono ricavi per poter portare giocatori della qualità di quelli che giocano in quei club. Basti vedere contro l’Inter…vincevamo 3 a 2 ma poi sono entrati Vidal, Nainggolan, Sensi e Hakimi per un salario complessivo di 45 milioni. Quasi quanto iopago tutta la mia squadra- Non penso di essere secondo a nessuno. Gli americani che gestiscono United, Arsenal e Liverpool non hanno più risorse di me. Cosa hanno che io non ho? Stadi nuovi e moderni che li aiutano ad avere ricavati significativamente migliori di quelli della Fiorentina. Al Franchi non abbiamo Hall of fame, attività commerciali, hotel. Niente che possa portare persone e ricavi anche quando non ci sono partite, come invece ad esempio ha fatto la Juventus con l’Allianz Stadium. Voglio lasciare qualcosa che rimanga a Firenze per sempre.”

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Leggi Anche

MUSEO FIORENTINA, 5 cose da sapere su Fiorentina-Udinese

Museo Fiorentina presenta le 5 cose da sapere su Fiorentina-Udinese: 1. Fiorentina e Udinese si …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *