Home / Editoriale / CHIESA, Derby d’Italia, ma per ora vince Commisso

CHIESA, Derby d’Italia, ma per ora vince Commisso

Federico Chiesa e la Juventus. Federico e l’Inter. Da quando il figlio d’arte si è affacciato al mondo del calcio professionistico attirandosi a suon di prestazioni le attenzioni delle big europee ogni sessione di mercato sembrava quella buona per il suo grande salto. Bianconeri e nerazzurri sono stati quelli che più di ogni altro hanno mosso passi concreti per strappare alla Fiorentina il proprio gioiello.

Il ds nerazzurro Piero Ausilio segue dagli esordi il cammino del giovane figlio d’arte. I problemi dei nerazzurri con il fair play finanziario e un bilancio da risanare non hanno però mai consentito all’Inter di sferrare l’assalto decisivo. Ad approfittarne ha provato la Juventus, anch’essi attenti all’evoluzione dell’esterno gigliato. Un testa a testa, quello tra i due colossi italiani, che per anni ha tenuto banco sulle pagine dei principali quotidiano sportivi. L’addio di Federico sembrava ormai questione di tempo.

Fino a quest’ultima stagione. I bianconeri, forti di un dominio mai stato in discussione negli ultimi anni sul calcio italiano, hanno intavolato mese dopo mese una trattativa con papà Enrico, che cura gli interessi del figlio, e con la proprietà viola, all’epoca di proprietà dei Della Valle.  Uno sprint che sembrava ormai avere catapultato Chiesa alla corte di Torino e battuto la concorrenza nerazzurra.

Poi però il colpo di scena. Tra i due litiganti, come si suol dire, il terzo gode. Commisso è arrivato come un terremoto nell’ambiente viola. Uno scossone che ha coinvolto, in primis, proprio la trattativa riguardante il giovane talento gigliato. Una estate fatta di silenzi sul fronte Chiesa, e di “Resterà. Vogliamo che sia il simbolo del nuovo corso viola” da parte di Commisso, infastidito dalle pressioni bianconere sul ragazzo.

Gli sforzi del patron gigliato ad oggi sembrano essere stati ripagati: Federico dovrebbe infatti restare a Firenze un altro anno, con buona pace della Juventus. Il giocatore sembrerebbe legato da un accordo con i bianconeri sino a Settembre, ma non sembrano esserci i margini per un addio in questa sessione di mercato. L’assist a Commisso per convincere il giocatore che restare a Firenze sia la scelta giusta potrebbe essere arrivato proprio da una alleata inspiegata: l’Inter. Negli ultimi giorni si è sparsa la voce di un patto in ottica futura tra Inter e Fiorentina: tenete Chiesa quest’anno, con la prospettiva, il prossimo anno, di fargli fare il salto in una big passando in nerazzurro. Una soluzione che terrebbe il giocatore un altro anno in viola, ed eviterebbe un passaggio alla storica rivale bianconera che sarebbe molto meno digeribile di quello in nerazzurro per i tifosi.

In attesa di sapere se queste voci siano fondate, e di un nuovo derby d’Italia si scateni per Chiesa nella prossima stagione, la certezza è che la prima battaglia ha un vincitore: Commisso e la Fiorentina

Leggi Anche

MERCATO, Zappacosta torna in Italia, va alla Roma

Tutto fatto per il passaggio di Davide Zappacosta dal Chelsea alla Roma. Il terzino rientra …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *