Home / Editoriale / Chi vuol’essere difensore: le audizioni dei candidati per il post Milenkovic

Chi vuol’essere difensore: le audizioni dei candidati per il post Milenkovic

La Gazzetta dello Sport questa mattina si è sbilanciata suoi possibili colpi nel finale di mercato, e riguardo alla vicenda Milenkovic-Milan, attribuisce al serbo il 70% di possibilità di trasferirsi in rossonero. Pioli sta battendo il tasto sul difensore, ma si attende ancora di completare la cessione di Lucas Paqueta, per poi effettuare un nuovo affondo sul centrale serbo della Fiorentina. Chi potrà sostuirlo? Le opzioni sono tante, ma quelle che non faranno rabbrividire il tifoso viola sono pochissime. Fazio, ad esempio, è un perfetto esemplare delle sopracitate. Tanta esperienza all’estero e in Italia e molto esperto; tuttavia, se corresse e riuscisse a muoversi semivelocemente, sarebbe un buon sostituto. L’età e le radici che lo bloccano nella solita zolla di campo non gli permettono di reggere il confronto con Milenkovic, che talvolta non si nega la gioia del gol. Il secondo candidato è Izzo, ma Urbano Cairo farà di tutto per trattenerlo a Torino. Centrale di difesa in un reparto a tre, non dovrebbe essere adattato, e giocherebbe nel suo ruolo naturale. Tuttavia, venti milioni sono davvero esagerati, e a quel punto, la differenza tra la spesa per il sopracitato e la vendita del serbo, non potrebbe nemmeno essere reinvestita sufficientemente bene nel mercato. Il terzo e ultimo candidato è Lyanco, anche lui casa granata, molto più cedibile di Izzo. Giocatore discreto del livello di Ceccherini, o leggermente più alto, ma ha dimostrato di aver trovato la dimensione in un Torino affatto esaltante e che si accontenta della profonda parte destra della classifica. Milenkovic rimane insostituibile anche per questa stagione.

Print Friendly, PDF & Email

Leggi Anche

IACHINI, Commisso non impone alcun ultimatum all’allenatore

Al contrario di quanto molti avessero ipotizzato, nella giornata di ieri arriva l’esposizione pubblica del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *