Home / Editoriale / CHI BEN COMINCIA… IN ATTESA DI FIORENTINA-NAPOLI ECCO IL TREND DELLE ULTIME STAGIONI

CHI BEN COMINCIA… IN ATTESA DI FIORENTINA-NAPOLI ECCO IL TREND DELLE ULTIME STAGIONI

Dimidium facti, qui coepit, habet (Orazio, Epist., I, 2, 40), letteralmente il nostro “Chi ben comincia è a metà dell’opera”. Questo antico modo di dire, però, non è stato interpretato alla lettera dalla Fiorentina nelle ultime stagioni anche a causa di un calendario “rovente” alla prima giornata. Dal 2014 ad oggi i viola hanno affrontato, al primo appuntamento con il nuovo campionato, (in ordine) Roma, Milan, Juve, Inter e Sampdoria (partita della scorsa stagione rinviata in seguito alla tragedia del Ponte Morandi che in questi giorni ne commemoriamo l’anniversario). Insomma il computer della Lega Serie A riesce sempre a proporre ai gigliati un big match già alla prima sfida e anche quest’anno si parte con un Fiorentina-Napoli di tutto rispetto!!! Ma andiamo nel dettaglio…

Stagione per stagione!

Analizzando gli ultimi dieci anni del nostro campionato di calcio notiamo come la Fiorentina non è proprio avvezza al successo nella prima partita della nuova stagione: 3 successi, 4 pareggi e 3 sconfitte negli ultimi dieci incroci…

2009-2010: si gioca al Dall’Ara di Bologna, in panchina per la viola Cesare Prandelli, in campo per i rossoblù il grande atteso ex Pablo Osvaldo che dopo 23’ minuti porta in vantaggio i padroni di casa rifiutandosi di esultare dopo i due anni trascorsi in maglia gigliata. Nella ripresa però un siluro di Mutu porta la Fiorentina al pareggio finale. Un solo punto in una stagione difficile, 11’esimo posto in campionato e Prandelli che lascia la panchina viola per quella della Nazionale.

2010-2011: è l’ultimo Fiorentina-Napoli alla prima giornata, come accadrà il prossimo 25 agosto. Sinisa Mihajlovic ha preso il posto di Prandelli in panchina e il Napoli si presenta con il tandem sudamericano Lavezzi-Cavani. Il gol del vantaggio partenopeo è dubbio, se non inesistente, il colpo di testa del Matador supera Frey ma non sembra superare la linea di porta… il guardalinee conferma però la rete. Il pari è una perla del nuovo arrivato D’Agostino dopo la sponda di Gilardino. Nel finale due rossi prima a Vargas e poi a Blasi del Napoli. Sarà 1-1 come nella precedente stagione. Nono posto finale al termine della competizione per la viola.

2011-2012: si parte subito con il derby toscano a Siena… la partita non è piacevolissima e terminerà sullo 0-0 apportando un solo punto alla viola e il terzo pareggio consecutivo negli ultimi tre inizi di stagione. Un’altra annata complicata per la Fiorentina con l’esonero di Mihajlovic e l’esperienza Delio Rossi tra botte da orbi con Ljajic e cause con la dirigenza.

2012-2013: al Franchi, la Fiorentina di Vincenzo Montella ospita l’Udinese di Guidolin… aprono le marcature i friulani con Maicosuel su assist di Muriel. Nella ripresa, però, una doppietta di Jovetic ribalta la gara sul finale firmando il 2-1. Un grande inizio per una grande stagione… quarto posto finale ed Europa League a soli due punti dal Milan terzo.

2013-2014: posticipo della prima giornata contro il Catania a Firenze… Montella affronta la sua ex squadra e schiera un attacco stellare con Rossi-Gomez. Pepito porta in vantaggio la viola al 13’esimo ma dopo 10 minuti gli ospiti pareggiano con Barrientos. A chiudere la gara un eurogol di Pizarro. La viola si conferma al quarto posto in classifica al termine della stagione.

2014-2015: anticipo all’Olimpico di Roma contro i giallorossi per i viola. Apre le marcature Nainggolan e le chiude Gervinho dopo una grande gara della Fiorentina che sfiora il vantaggio in più occasioni soprattutto con Ilicic. La viola terminerà per il terzo anno consecutivo al quarto posto la stagione davanti a Napoli, Inter e Milan.

2015-2016: ultima al Franchi e ultima vittoria alla prima giornata per la Fiorentina del debuttante Paulo Sousa contro il Milan dell’ex Mihajlovic. Partita in discesa per la viola dopo il rosso nella prima frazione al giovane difensore Rodrigo Ely, dalla successiva punizione l’esterno Alonso realizza un gol spettacolare. Nella ripresa Romagnoli stende Ilicic in area e il trequartista gigliato trasforma il penalty del 2-0 finale. La stagione viola termina al 5’posto.

2016-2017: alla prima giornata la sfida delle sfide contro i rivali di sempre della Juventus che arrivano da cinque scudetti consecutivi e con un Higuain in più in rosa. Al 36’esimo la sblocca Khedira di testa ma nella ripresa da corner Nikola Kalinic incorna il momentaneo pareggio viola. Ma l’esordio di Higuain con la Juve non è casuale ed è proprio lui a siglare il 2-1 finale. Ottavo posto per la Fiorentina ed esonero di Paulo Sousa.

2017-2018: la prima di Pioli sulla panchina della Fiorentina è contro la sua ex Inter, degli ex viola Vecino e Borja Valero. Astori (purtroppo nella sua ultima stagione) stende Icardi in area e l’argentino trasforma dagli undici metri. Ancora l’attaccante nerazzurro realizza di testa il 2-0 e nella ripresa Perisic chiude il conto sul passivo più pesante delle ultime 10 stagioni, 3-0. Ancora ottavo posto finale al termine del campionato.

2018-2019: la prima giornata della Fiorentina è rinviata a causa della tragedia del Ponte Morandi, la sfida doveva essere disputata a Marassi contro la Sampdoria e verrà recuperata il 19 settembre. 1-1 il risultato finale con le reti di Simeone prima per il vantaggio viola e il pari spettacolare di Caprari per i blucerchiati. Il resto è cronaca contemporanea con Pioli che consegnerà le dimissioni e la Fiorentina che si salverà all’ultima giornata contro il Genoa.

2019-2020: il computer della Lega Serie A (come da tradizione) ha estratto un avversario di alto livello alla prima giornata contro la Fiorentina che dopo tre anni torna a giocare la prima giornata al Franchi. In casa gigliata tante cose sono cambiate a partire dalla dirigenza, con un nuovo presidente e nuovi dirigenti… ma non solo. Nuovi volti di esperienza (Boateng), vecchi ritorni (Badelj), giovani di prospettiva (Lirola) e, molto probabilmente, importanti conferme (Federico Chiesa). Non possiamo sapere come andrà a finire questa prima uscita, sicuramente sarà molto impegnativa contro il Napoli di Ancelotti e non possiamo sapere come si collocherà la Fiorentina al termine della stagione ma una cosa sappiamo con certezza… l’estate è quasi terminata e il nuovo campionato di calcio è alle porte! Tra dieci giorni il tram-tram del mercato lascerà posto al campo e solo in quel momento si tornerà ad esultare per un gol fatto o a disperare per uno subito, perché, in fondo, la domenica allo stadio ci è mancata, gli sfottò con gli amici anche ed è bello ritornare subito alla solita routine… l’eclettico Albert Camus sintetizzava la felicità così:  “Non c’è un altro posto del mondo dove l’uomo è più felice che in uno stadio di calcio”. Buon campionato a tutti…

Leggi Anche

MILENKOVIC: “Difesa a 3? Mi trovo molto bene. Càceres ha dato sicurezza. Per il goal ho chiesto scusa a Dusan. Ribéry…”

Nikola Milenkovic è stato intervistato a Radio Bruno. Queste le sue dichiarazioni. Sul girone di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *