CECCHI: “Con Simeone è finita. Ribery? Dipende con quale testa viene…”

Stefano Cecchi, giornalista La Nazione, ha parlato a Radio Bruno Toscana: “La gara con il Monza ha raccontato cose molto positive e confermato dubbi che già avevo. La cosa migliore è stata Vlahovic, ha cambiato il destino di una partita che vedevo stregata. Simeone? Se nel momento della disperazione ti affidi a Vlahovic e Montiel significa che la sua esperienza a Firenze è finita. Mi auguro che entro la sfida con il Napoli arrivi un centravanti più esperto da affiancare al serbo. L’investimento più grande però va fatto sull’esterno offensivo. Ribery? Quando ci si espone come hanno fatto Pradè e Montella capisci che c’è la voglia di prenderlo. È vero che ha 36 anni, però averlo come chioccia dei giovani talenti mi piace come idea. Poi, dipende se viene con la testa di Joaquin, e quindi l’acquisto sarebbe giusto, o con quella di Amor, cioè per svernare”.

Invia il tuo commento