CASTING A CENTROCAMPO, CERCASI DIRETTORE D’ORCHESTRA

Tra ritorni graditi e stadi progettati, c’è chi pensa alla Fiorentina che verrà. Va sfruttata qualunque occasione, specialmente in questo mercato di gennaio arrivato, ormai, a più di metà strada. Va bene concludere con le uscite, ma qualcuno va accolto in viale Manfredo Fanti.

E che possa essere proprio un trequartista il benvenuto? Oppure un regista affidabile? Una cosa sembra essere più che certa: a Cesare Prandelli manca un direttore d’orchestra. Un individuo che detti i tempi in campo e permetta al resto della squadra di muoversi in sincronia.

Le ultime indiscrezioni di mercato ci riportano all’appello due nomi ben conosciuti e pluri-dibattuti. Uno risiede attualmente nella penisola iberica, l’altro vive stabilmente in quella italiana da più di dieci anni a questa parte. Il primo è un desiderio insito in Daniele Pradè sin dalla scorsa estate, il secondo costituisce una di quelle occasioni irripetibili e mai replicabili in questo o nell’altro mondo. Entrambi vivono una situazione di discordia: uno all’Atletico Madrid, l’altro nella dea bergamasca dell’Atalanta.

Ebbene, uno tra Lucas Torreira od Alejandro Gomez potrebbe essere l’innesto giusto per il centrocampo di Prandelli e potrebbe risollevare le sorti dei gigliati: oggi più affossate che mai, specie dopo il set perso contro il Napoli. La Fiorentina ritroverebbe ordine e pulizia a centrocampo, questo è più che assodato. Ed a seconda di chi possa davvero arrivare a Peretola, o meno, una cosa è certa: uno dei due ritroverebbe quella felicità ormai andata perduta per sempre. E stando a quanto rapportato dalle ultime indiscrezioni di mercato, ad oggi le possibilità di assoldarli sono più grosse che mai. Che sia, quindi, il focus principale da dibattere in riunione tra Prandelli e la società? Lo scopriremo solo nei prossimi giorni.

Perciò non resta che attendere e conoscere quale sarà il destino dei due suddetti maestri: chi sarà il futuro Riccardo Muti della società gigliata?

 

Invia il tuo commento