Home / Editoriale / CAMBIO DI PROSPETTIVA

CAMBIO DI PROSPETTIVA

E’ sulla bocca di tutti che Firenze sia in questo momento tra le piazze più frenetiche del calcio italiano. E’ altrettanto evidente il motivo: Rocco Commisso ha risvegliato l’entusiasmo di una città che da quasi quattro anni non viveva le emozioni forti a cui è abituata. Sembra che tutto sia deteriorato dopo la pesante sconfitta contro il Borussia Moenchengladbach ai tempi di Paulo Sousa, da lì il declino ha portato alla sofferta stagione appena passata, quando, la cessione del club da parte della famiglia Della Valle si è rivelata inevitabile. Con i due fratelli imprenditori, è stato costretto all’addio anche Pantaleo Corvino, il quale fu artefice, a suo tempo, dello smantellamento della vecchia guardia targata Montella. Ebbene, sembra curioso, o forse è proprio segno del destino, che alcuni componenti dell’organico originario siano tornati a Firenze. Da Pradè, allo stesso tecnico di Pomigliano d’Arco fino al centrocampo.

Capitolo Borja Valero. Lo spagnolo ha rappresentato per Firenze un’era indimenticabile, un titolare inamovibile, personalità da vendere e un legame con la città che sembra essersi addirittura rafforzato poco prima del suo approdo all’Inter. Borja, poco prima della cessione ai nerazzurri, si era lamentato del trattamento riservato a Gonzalo Rodriguez, per poi testimoniare il suo incondizionato amore per Firenze. Ciò non bastò perché “il sindaco” restasse nella propria città e a Milano, forse, la mancanza di casa si è fatta sentire. La dimostrazione è riscontrabile nelle due stagioni opache passate con il Biscione sul petto. Ora, il pupillo potrebbe davvero tornare a Firenze da quella tifoseria che, si spera, lo riaccoglierà a braccia aperte.

Dopo due stagioni all’insegna della gioventù ecco che a Firenze torna “l’usato”, che però offre un dono ormai dimenticato: l’esperienza. I primi nomi nelle ultime due settimane sono fioccati, ma sono arrivate anche diverse smentite. Tuttavia, i giocatori messi in ballo farebbero sognare i tifosi viola e la proprietà sembra essere intenzionata a fare sul serio. Ciò non significa che nella prima stagione americana della Fiorentina possano arrivare immediatamente dei top players, ma Commisso ha sempre chiarito di voler puntare in alto senza promettere nulla che non possa mantenere. Il cambio di prospettiva è avvenuto nel giro di pochissimo tempo. Chi dunque può vietare a Firenze di sognare?

Leggi Anche

EX OBIETTIVI, La Spal punta Giaccherini

Come riportato da TMW, la Spal pensa ad Emanuele Giaccherini, in uscita dal Chievo Verona. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *