Home / Editoriale / CALCIOMERCATO, La Fiorentina pioniere del nuovo mercato

CALCIOMERCATO, La Fiorentina pioniere del nuovo mercato

“Fiorentina spettatrice interessata della trattativa tra Milan e Eintracht Francoforte per Ante Rebic. In caso di riscatto del giocatore da parte dei rossoneri, il 50% finirebbe nelle casse dei viola grazie alla opzione aggiunta alla cessione. Il riscatto sarebbe vicino.”

Questo quanto appreso dalla nostra redazione tramite le testate giornalistiche di calciomercato. Ciò che stiamo vivendo è un calcio moderno, in cui le squadre medio-piccole son sempre più attrezzate, e vengono giustamente agevolate tramite l’introduzione costante di nuove formule d’acquisto e clausole particolari che fanno sì che possano rimanere a galla nella massima serie il più a lungo possibile, e che possano avere degli introiti maggiorati, legati appunto alle sopracitate. La più banale, l’acquisto di un giocatore da parte di una grande squadra, che, anziché poter usufruire gia da subito delle prestazioni del giocatore, lo lascia crescere per ulteriori sei mesi, una stagione intera o anche due anni, nella stessa squadra da cui è stato prelevato. Questa forma d’astuzia è implicitamente un paracadute per la squadra piccola, che ricevendo una somma, una tantum oppure pagamento dilazionato, trova comunque il tempo di potersi riattrezzare in fururo e ricoprire quella parte di reparto, senza passare ad un immediato calvario che la dipinge smantellata. Quella di Rebic è una forma estremamente conveniente, ovvero una clausola di rivendita, che garantirebbe alla Fiorentin, qualora il sopracitato venisse ceduto, il 50% della cifra. Altre formule che hanno permesso a piccole squadre di emergere dalle acque torbide provinciali sono clausole che garantiscono bonus ingenti direttamente proporzionali alla quantità di presenze accumulate, oppure i numerosissimi prestiti secchi, o con diritto di riscatto dilazionato. Privarsi di un giovane era spesso rischioso e poco proficuo, mentre adesso, con introduzioni di scambi di plusvalenze, prestiti e via dicendo, fa sì che non solo le grandi squadre possano portare a compimento dolci operazioni di mercato, ma che anche le piccole possano trarre numerosissimi vantaggi. La Fiorentina pare una della piazze più furbe: Amrabat lasciato sei mesi a crescere e confermarsi a Verona, Rebic con la clausola, e numerosi prestiti, come Rasmussen, che, se riscattato, porteranno introiti utili alla squadra. Lafont è la ciliegina s’una torta che potrebbe tingersi di bianco: quello del Real Madrid. Post covid vedremo un mercato fitto di scambi, prestiti e formule particolari, che lasceranno l’amaro in bocca alle big e livelleranno maggiormente un campionato già competitivo. Speriamo bene.

Print Friendly, PDF & Email

Leggi Anche

BONAZZOLI, L’obbiettivo viola verso il rinnovo con la Samp

Secondo quanto riportato da Tuttosport Federico Bonazzoli, seguito da Inter e Fiorentina, sarebbe in procinto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *