BUCCIANTINI: “Quando avviene un cambio tecnico pure i giocatori devono sentirsi responsabili”

Il giornalista ed opinionista di Sky Sport Marco Bucciantini ha rilasciato delle dichiarazioni ai microfoni di Radio Toscana. Queste le sue parole:

Prandelli ha cominciato in modo schietto, lo sanno tutti che è molto legato a Firenze. Le sue dichiarazioni le ho interpretate come un senso d’appartenenza e la volontà di togliere alibi ai giocatori. Quando si cambia l’allenatore, devono sentirsi in discussione anche loro. Questa Fiorentina ha bisogno di scelte e credo che le vedremo a partire dalla partita contro il Benevento. Mi aspetto un giocatore d’attacco in più in campo: bisogna vedere come viene inserito e al posto di chi. Tre attaccanti in campo e un uso più cinico di Ribery: vorrei che la squadra si costruisse al di là del francese.

Il Francese è un lusso, non è la Fiorentina che vedrà. Voglio vedere una prima e una seconda punta in campo, visto che ne abbiamo a volontà. Una caratteristica del Mister è la costruzione di due catene, una a destra e una sinistra e che veda coinvolti il terzino, la mezzala e l’esterno. A sinistro mi aspetto BiraghiCastrovilli e Ribery, mentre sulla destra ho qualche dubbio in più. Lirola titolare sarebbe una bella ambizione, ma non è scontato che faccia il titolare. Amrabat non è un regista, può fare sicuramente di più ma non gli voglio dare più alibi di quanti si merita. Il marocchino deve essere più protagonista, giocare più palloni e dare un senso di verticalità alle sue idee che per il momento non c’è.

Kouame? Deve migliorare nell’orientare subito l’azione, ma già spostandolo seconda punta potrebbe avere un rendimento diverso. Per me è uno che soffre i difensori addosso: lo vedo bene assieme a Vlahovic in attacco”.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Invia il tuo commento