ATALANTA, Due daspati non erano a Firenze: i legali a lavoro per annullare sanzione

Arrivano novità clamorose sul caso riguardante i 28 tifosi denunciati dalla Questura di Firenze per alcuni disordini nella zona del Franchi avvenuti lo scorso 27 febbraio in occasione di Fiorentina-Atalanta. Secondo quanto raccolto dall’avvocato Federico Riva che difende insieme all’avvocato Adami una ventina di sostenitori orobici, almeno 2 dei 28 denunciati quella sera non erano a Firenze. La rivelazione è abbastanza incredibile, i 2 tifosi in questione erano impegnati per lavoro a Bergamo e i legali hanno inoltrato una memoria separata rispetto a quelle inviate per gli altri denunciati. Dopo la partita, sul cavalcavia del Varlungo, c’è stato qualcosa che parecchi testimoni hanno definito come un pestaggio da parte della polizia ai danni dei tifosi a bordo di due dei bus che hanno portato i tifosi a Firenze. Furono identificate 120 persone ma solo 2 di queste compaiono nella lista dei 28 denunciati a 9 mesi di distanza. Ora, grazie agli avvocati, si scopre che tra gli altri 26 identificati con le immagini delle telecamere allo stadio e in città ci sono 2 persone che in realtà non erano al Franchi. Lo riporta Tuttosport.

Invia il tuo commento