ARBITRI, Potrebbe essere abolita la territorialità: nel caso per la Fiorentina ci sarebbe Rocchi

Il Corriere dello Sport si sofferma quest’oggi anche sul tema relativo agli arbitri e ai cambiamenti che ci saranno per la categoria arbitrale nel caso in cui si dovesse ripartire con il campionato. Il presidente dell’AIA, Marcello Nicchi, ha detto infatti che è pronto a ripartire senza VAR a causa del problema contagio che si potrebbe creare all’interno della VOR (Video Operation Room). L’alternativa prevede la sanificazione con ozono, guanti e mascherine, divisori in plexiglas delle sale operative per garantire la sicurezza degli addetti ai lavori.L’altra modifica clamorosa riguarda l’abolizione della territorialità, ossia gli arbitri per evitare il diffondersi del virus arbitrerebbero ognuno nella propria città infrangendo una regola basilare presente solitamente cioè quella che vieta appunto di arbitrare la squadra della propria città. L’opzione verrà in ogni caso presa in considerazione solo se la situazione lo rendesse inevitabile, dunque in un caso estremo. Se però si dovesse arrivare fino a questo punto ad arbitrare la Fiorentina sarebbe Gianluca Rocchi.

Invia il tuo commento