Home / News / ANCORA BADELJ: “Sbagliato incensare la gara con il Napoli. Ripartiremo”

ANCORA BADELJ: “Sbagliato incensare la gara con il Napoli. Ripartiremo”

Ecco un altro passaggio dell’intervista al Corriere dello Sport di Milan Badelj.

Boateng centrocampista? “No, non l’ho mai visto lavorare in questa posizione. Certo, magari potrebbe farlo, ma sta bene là davanti”.

Su Benassi: “Marco per altro è uno di quei giocatori mai… protetto da nessuno. Mi spiego meglio: per arrivare a fare quello che ha fatto ha sudato mille volte, senza occhi benevoli da parte di nessuno. Basti vedere le critiche che spesso rimedia, nonostante la passata stagione sia stato il giocatore capace di segnare più tutti. E’ ancora sottovalutato, sono convinto che ci darà una grande mano”.

Su Zurkowski: “Ha tante potenzialità, ma gli servirà tempo. Non conosce ancora la lingua, si sta affrettando a cercare di bruciare i tempi. Con la pazienza potrà diventare un giocatore in grado di garantire 30-35 presenze l’anno”.

Sulle ali a disposizione: “Dovremo essere bravi noi, nel mezzo, a supportare il loro lavoro. Perché sì, è bello fare i dribbling e saltare l’uomo, ma visto che siamo a zero punti è bene pensare a fare un passaggio in più per far respirare la squadra”.

Sul momento viola: “Ottobre e novembre saranno mesi cruciali, pensiamo a fare bene gara dopo gara, perché io in questo gruppo ci credo eccome. Anche se, come in tutte le cose è bene avere sempre tanto equilibrio. Lo dico pure se so benissimo che nel calcio è quasi impossibile. Io però la vedo così: è stata incensata tanto la gara col Napoli, che per quanto giocata bene l’abbiamo persa incassando quattro gol. L’ultima volta che avevamo perso era stato cinque anni fa. Dagli errori ripartiremo”.

Sugli obiettivi: “Possiamo combattere per un posto in Europa, la qualità nel gruppo c’è, anche se ci manca ancora il saper giocare a memoria. Questo però arriverà. E’ successo già nella mia ultima stagione a Firenze: nonostante un avvio complicato e tutto quello che è successo, alla fine arrivammo ottavi. E ci fu pure una buona dose di rammarico che ricordo ancora”.

Su Sarri e la sua Juve: “Ancora no, non mi sembra. Ha inaugurato un nuovo progetto, avrà bisogno di tempo. Per questo vi dico che… è meglio incontrarla ora”.

Sulle sensazioni: “Sono appena tornato dalla Nazionale (ride, ndr). Ma con l’adrenalina della città intorno, con la spinta dei tifosi, puoi battere chiunque”.

Leggi Anche

FOTO-BATISTUTA: “Grazie per tanto affetto e preoccupazione”

Gabriel Batistuta è stato operato con successo a Basilea. Sul suo profilo Instagram ha pubblicato una foto che …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *